Anffas Lucca, nessun positivo alla Casa Famiglia L'Aquilone

La scelta volontaria della chiusura, il 9 marzo, e nessun positivo al controllo della ASL


In questo tempo di polemiche, inchieste giudiziarie, contagi e decessi nelle Rsa, una notizia positiva arriva da Lucca. Alla Casa-Famiglia L’aquilone di San Leonardo in Treponzio, struttura residenziale per disabili attiva dal 1992 e gestita da Anffas Lucca, non c’è stato nessun contagiato.

«Il 9 marzo, prima che il Governo decretasse il lockdown, abbiamo fatto una scelta dolorosa ma necessaria e abbiamo chiuso le porte della nostra struttura – racconta Lucio Donati, educatore responsabile della casa-famiglia. Abbiamo rinunciato a ciò che riteniamo fondamentale per i nostri ragazzi vale a dire la socializzazione e l’inclusione ma la tutela della loro salute era ed è la priorità assoluta. Questa scelta ci ha premiato e ad oggi non si sono registrati casi positivi al Covid19 né tra i sette ospiti né tra gli operatori».

Da circa due mesi, quindi, niente visite dei familiari e sedute con i terapisti, nessun contatto con i volontari o i giovani del servizio civile. La paura è stata grande e le rinunce pesanti ma le famiglie hanno condiviso questa scelta e hanno collaborato per tutte quelle commissioni necessarie come andare in farmacia o fare la spesa.



Tutte le notizie di Capannori

<< Indietro

torna a inizio pagina