PD Pistoia in diretta con Giani: al centro del dibattito le politiche economiche e sociali per la Fase 2

Diretta Facebook di Eugenio Giani, candidato del Partito Democratico alla Presidenza della Regione Toscana, insieme al Segretario provinciale Pier Luigi Galligani e alla senatrice Caterina Bini, responsabile nazionale degli enti locali PD. In apertura Galligani ha posto l’accento su “il lavoro dei nostri sindaci, un punto di riferimento per i cittadini e in grado di gestire con determinazione l’emergenza, grazie a un impegno quotidiano e incessante”. Per questo Bini ha annunciato “3.5 miliardi di euro destinati agli enti locali già nel prossimo decreto rilancio, serviranno a sostenere i sindaci e i loro sforzi”.

Al centro del dibattito le politiche economiche e sociali per la Fase 2

A questo proposito Giani ha chiesto “di rimettere in moto il Paese il prima possibile, secondo una logica che consenta di differenziare le riaperture a seconda del livello di contagio. In Toscana possiamo ripartire già dal 18 maggio”. Sulla sanità, Giani ha sottolineato “la funzione della Centrale operativa del 118 e del volontariato pistoiese:
sono stati decisivi contro il Coronavirus. Occorre rafforzare i presidi sanitari sul territorio, le Case della salute, l’attività dei medici di famiglia con un’integrazione più forte fra pubblico e privato grazie al coordinamento della Regione”.

Sul museo Marino Marini il candidato Presidente ha attaccato: “Il trasferimento delle opere a Firenze non è possibile, la moglie Marina sarebbe scandalizzata dal progetto di accentramento a Firenze”. Molto critico anche il Segretario Galligani: “È evidente il disinteresse del Comune di Pistoia, il sindaco è amorfo sulla questione”. D’accordo Caterina Bini: “Togliere alla città uno dei suoi elementi identitari è una ferita grave. Il licenziamento dei dipendenti è molto negativo, questa è una battaglia su cui non possiamo cedere”.

Per quanto riguarda le infrastrutture, Galligani ha chiarito l’importanza di nuove infrastrutture a cominciare “dalla terza corsia autostradale e dal raddoppio della ferrovia fra Pistoia e Lucca che al momento esclude Montecatini, nodo essenziale per collegamenti più rapidi e frequenti. Va trovata una soluzione per dare continuità al progetto”.
Giani ha assicurato di lavorare per “dare le gambe ai progetti già ben avviati, compreso il doppio binario fra Firenze e Viareggio”.

Il Segretario Galligani ha sollecitato Giani anche sul tema del Padule di Fucecchio. “È un luogo evocativo straordinario e di grande valore naturalistico - ha detto il candidato Presidente - va valorizzato insieme alle Terme di Montecatini”. Secondo Giani la Regione non avrebbe dovuto “occuparsi di Terme solo negli ultimi mesi, ma cinque anni fa.
Condivido l’impostazione che sta dando l’assessore Fratoni: l’acquisto di un bene patrimoniale come il Tettuccio consentirà di sanificare il bilancio e rimediare al cantiere delle Leopoldine”.

Giani e Bini hanno proposto il superamento delle Regioni speciali e la riforma del Titolo V della Costituzione. La responsabile enti locali del PD ha sottolineato, inoltre, la necessità di far ripartire il dibattito sulle Province in modo da renderle più vicine ai cittadini: “La discussione è già in corso, appena riprenderemo una forma ordinaria di lavoro tornerà all’ordine del giorno”. In vista della riaperture delle scuole, Bini ha proposto “di avviare subito una programmazione che consenta di far ripartire la didattica in sicurezza. Non è sufficiente individuare la data del nuovo anno scolastico, vanno rimodulati gli spazi, servono più personale e orari diversi, se necessario semplificando le procedure per gli investimenti dei sindaci”.

Ma quando si voterà per le elezioni regionali? “Adesso la priorità è la gestione dell’emergenza -  ha risposto Giani - probabilmente a fine settembre, ma siamo pronti anche per luglio”.

Fonte: PD Pistoia



Tutte le notizie di Pistoia

<< Indietro

torna a inizio pagina