Malattie infettive e anticorpi umani, lezione di Antonio Lanzavecchia alla Sant'Anna

L’analisi della risposta degli anticorpi umani, la profilassi e il trattamento di malattie infettive, la produzione di vaccini sono al centro della prossima lezione online, martedì 26 maggio alle ore 18.00 via webex, del ciclo di seminari “Orizzonti in medicina e biologia”, rivolti soprattutto agli allievi ordinari e alle allieve ordinarie di medicina e chirurgia della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. Il relatore è Antonio Lanzavecchia, docente all’Università della Svizzera Italiana di Bellinzona, medico immunologo noto in tutto il mondo per le sue scoperte sulla risposta immunitaria nell’uomo e sulle possibili applicazioni nello sviluppo di nuovi vaccini e terapie basate sugli anticorpi.

Antonio Lanzavecchia è autore di ben oltre 250 articoli originali molto citati, insignito di riconoscimenti internazionali, come la Embo Gold Medal nel 1988, il Robert Koch Award nel 2017 e lo Louis-Jeantet Prize nel 2018. La lezione via webex di martedì 26 maggio per la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, intitolata  “Analisi della risposta anticorpale umana: risultati utili, essenziali e sorprendenti” crea un ponte tra l’Istituto di ricerche in Biomedicina dell’Università della Svizzera Italiana e la Classe di Scienze sperimentali della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa.

“Il nostro prossimo ospite e il suo gruppo di ricerca hanno scoperto un nuovo tipo di anticorpi neutralizzanti molto potenti che si prestano bene allo sviluppo di nuovo terapie e per individuare i punti deboli di pericolosi agenti infettivi, per progettare vaccini più sicuri ed efficaci. Sino ad oggi, con questa metodica, i ragazzi di Bellinzona hanno neutralizzato virus letali come Ebola, il coronavirus Mers e il virus Zika. E’ molto probabile che la loro prossima ‘vittima’ sarà Sars-Cov2, l’autore di Covid-19. La lezione di martedì 26 maggio sarà pubblica grazie anche al web, mi auguro che studenti e ricercatori dell’Università di Pisa, della Scuola Normale Superiore, del Cnr, come di altre accademie ed enti di ricerca italiani, nonché medici, vogliano partecipare”, sottolinea Vincenzo Lionetti, docente di anestesiologia all’Istituto di Scienze della Vita della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa e coordinatore di “Orizzonti in Medicina e Biologia”.

“Il ciclo ‘Orizzonti in Medicina e Biologia’ rappresenta per noi allieve e allievi una grande opportunità per imparare da scienziati rinomati per il loro contributo all'avanzamento delle Scienze mediche. Da questi incontri spesso nascono occasioni uniche per il nostro futuro. In questa occasione non sarà possibile presentare la nostra Scuola Superiore Sant’Anna al professor Lanzavecchia, ma siamo felici che lui abbia subito accettato di discutere con noi di terapia anticorpale e resistenza alle malattie infettive, soprattutto vista la grande attualità dell'argomento dati i recenti sviluppi per la messa a punto di una terapia al plasma per la cura di Covid-19”, aggiungono Alice Favero e Rossella Facchin, allieve di Medicina della Scuola Superiore Sant’Anna.

Fonte: Scuola Superiore Sant'Anna - Ufficio stampa



Tutte le notizie di Pisa

<< Indietro

torna a inizio pagina