Libera professione, in Fase 2 tornano le prestazioni non eseguite

Con l’avvio della “Fase 2”, anche per la libera professione - come per l’attività istituzionale - l’Azienda USL Toscana nord ovest ha avviato il percorso di programmazione ed erogazione delle prestazioni prenotate ma non eseguite nei mesi precedenti a causa dell’emergenza Coronavirus.

Con tutte le precauzioni e le cautele del caso (check point, distanziamento, necessità di ridurre la presenza di persone nelle sale d’attesa etc), a partire dalla prossima settimana saranno infatti ricollocati esami e visite di libera professione non erogati nella “fase 1” in sedi territoriali ed ospedaliere dell’Asl.

Verranno quindi ricontattati dagli operatori del call center aziendale tutti i cittadini che avevano prenotato prestazioni poi non eseguite per capire se c’è ancora necessità di effettuarle e quindi per riprogrammarle nelle prossime settimane in piena sicurezza.
Per la necessità di attuare questa operazione di “recupero”, verrà sospesa da lunedì 25 maggio la prenotazione di nuove prestazioni.
I cittadini sono per questo invitati a non telefonare al call center della Libera professione per nuove prenotazioni ma neppure per esami e visite da riprogrammare, perché saranno direttamente gli operatori del servizio a contattarli e a fornire loro un nuovo appuntamento, che potrebbe essere anche in una sede diversa da quella inizialmente prevista, sempre per la necessità di adottare tutte le misure finalizzate al rispetto delle norme di comportamento Covid.

Quando sarà nuovamente possibile prenotare ulteriori esami e visite in Libera professione, al termine di questa necessaria fase di “recupero”, l’Asl lo comunicherà alla cittadinanza, che potrà quindi tornare a mettersi in contatto con il call center aziendale.

Fonte: Asl Toscana Centro



Tutte le notizie di Pisa

<< Indietro

torna a inizio pagina