Ultimo giorno di scuola in presenza, sei d'accordo? il sondaggio di gonews.it

Negli ultimi mesi l'emergenza Coronavirus ha inevitabilmente diviso le persone, per la loro sicurezza e per l'osservanza delle norme anti contagio. Costretti a questa distanza sono stati anche gli alunni di ogni scuola e età, lontani dal proprio banco, dai compagni e dai professori, per tradizione tanto temuti anche se ultimamente inizia a nascere anche la nostalgia della chiamata alla lavagna.

Per questo molti comuni si stanno organizzando per far vivere l'ultimo giorno di scuola, soprattutto alle ultime classi di ogni ciclo scolastico, in compagnia. Un'ora tutti insieme, a distanza e rispettando le norme di sicurezza, per salutarsi visto che molti cambieranno scuola, passeranno al grado superiore e la probabilità di non trovare più il compagno di banco si fa alta.

Su questo tema si basa oggi il sondaggio di gonews.it, tornato in mezzo ai cittadini dopo il lockdown, mantenendo le distanze di sicurezza e tutte le norme necessarie previste.

Alcune amministrazioni hanno già dichiarato che l'ultimo giorno in presenza di farà, mettendo a disposizione parchi, piazze e aree pubbliche. A Montespertoli gli alunni si saluteranno al Parco Urbano mentre a Santa Croce sull'Arno i ragazzi si rivedranno in Piazza del Popolo. Stesso copione a Certaldo dove il Comune, insieme agli istituti comprensivi, ha organizzato un incontro allo stadio comunale di via Don Minzoni. Qui i bambini degli ultimi anni potranno incontrarsi a distanza di 2 metri l'uno dagli altri.

Non è andata così invece per Empoli. Due giorni fa infatti, il Comune di Empoli ha reso disponibili i giardini degli edifici scolastici di proprietà comunale e le aree verdi pubbliche per l’ultimo giorno di scuola, per permettere l'incontro tra gli studenti che concludono un ciclo scolastico. L'amministrazione capitanata da Brenda Barnini ha predisposto così un breve Vademecum per l'organizzazione dei saluti e la richiesta degli spazi, restando in attesa di un riscontro da parte degli Istituti Comprensivi. Riscontro che è arrivato ieri, non positivo sulle proposte del sindaco. I Dirigenti scolastici hanno ringraziato la disponibilità del Comune ma non hanno accettato l'offerta, "per il bene dei nostri studenti e delle loro famiglie, che sono prima di tutto responsabili di ragazzi minorenni". Al No dei Dirigenti è seguito il commento del primo cittadino Barnini: "Non posso non esprimere dispiacere e delusione. Come spesso accade si preferisce nascondersi dietro la difficoltà di fare le cose invece di mettersi a lavorare insieme per risolvere i problemi".

Il nostro sondaggio

Il sondaggio di questa settimana di gonews.it riguarda questo argomento. Agli empolesi abbiamo chiesto se sono favorevoli a far incontrare gli alunni, dopo mesi di separazione e Didattica a Distanza, oppure no. I primi pareri sono riscontrati tutti positivi.

Per rispondere c'è tempo fino alle 13 dell'11 giugno.

Ultimo giorno di scuola 'in presenza', sei d'accordo?

Margherita Cecchin



Tutte le notizie di Empoli

<< Indietro

torna a inizio pagina