Banca dell'Energia rinnovabile, il progetto Enegan con 50 aziende

(foto gonews.it)

Una banca dell'energia che certifica le fonti rinnovabili per gli associati, a cui partecipare come fornitori, acquisitori o in formula mista. Questo il progetto triennale di Enegan, trader di luce, gas e telecomunicazioni, chiamato E-Cube, chiuso lo scorso 5 giugno e presentato nella sede territoriale di Vinci. Nell'ambizioso progetto sono legati vari pacchetti: dalle colonnine per le auto 100% a energia rinnovabile alla postazione di ricarica a induzione fino al kit di conversione per auto a combustibile fossile che passano all'elettrico.

L'interconnessione con partner industriali e un ente di ricerca ha permesso di ottimizzare la produzione e l'utilizzo di energia da fonte rinnovabili, tramite le informazioni che venivano elaborate a livello centrale per integrare tutti i sistemi tra di loro (tema che rientra nella concezione di Industria 4.0). Alla fine dei giochi l'energia pulita viene utilizzata in modo migliore e proprio perché da fonte rinnovabile ha impatto ridottissimo a livello di emissioni di CO2. L'iniziativa ha vinto un bando regionale e su di esso è stata approvata dalla comunità scientifica internazionale una pubblicazione che ne valida gli effetti.

Nella sede Enegan hanno fatto gli onori di casa Walter Bucelli, Direttore Generale Enegan, e Maurizio Castagna, Responsabile Ricerca e Sviluppo Enegan, mentre per l'amministrazione comunale era presente il vice sindaco Sara Iallorenzi. La presentazione si è poi spostata da Pellemoda-Hostage nella zona industriale del Terrafino a Empoli, con il titolare dell'azienda Giampaolo Morelli e dell'assessore alla smart city Antonio Ponzo Pellegrini.

Pellemoda è stata una delle aziende ad aver aderito a E-Cube, installando due colonnine per la ricarica elettrica. La produzione dell'azienda già va nel solco di una produzione quanto più possibile green, con pellami che necessitano di meno uso di acqua durante la lavorazione e appunto con trasporti a meno impatto. Nel parco auto dell'azienda ci sono già due veicoli elettrici, l'intenzione è di aggiornare il parco auto.

Elia Billero



Tutte le notizie di Vinci

<< Indietro

torna a inizio pagina