Mascherine 100% Made in Italy, la produzione certificata a Montelupo

Sono strumenti di protezione per chi li indossa. Ma per essere tali i dispositivi di protezione individuali devono essere prodotti secondo delle regole ben precise. E in questa fase di emergenza per il Coronavirus si contano sulle dita di una mano le aziende in grado offrire sul mercato un prodotto fatto come si deve. Una si trova nel territorio dell’Empolese-Valdelsa, nel cuore del distretto della ceramica di Camaioni. Si chiama Pelletterie LS e ha investito nella produzione di Dispositivi Medici e DPI, puntando su un articolo di alta qualità, 100% Made in Italy, che ha superato le prove di validazione presso istituti accreditati a livello nazionale, ottenendo il protocollo presso il Ministero della Salute.

«Per questo progetto abbiamo fatto una scelta mirata, acquistando solo macchinari e materiale integralmente di provenienza da aziende italiane, a garanzia della qualità del nostro lavoro – spiega Luigi Passariello, titolare dell’azienda -. Questa scelta ci è costata sicuramente molto a livello economico ma abbiamo preferito diversificarci sul mercato e dare un’alternativa di livello a chi preferisce non mettere il centesimo davanti alla salute propria e dei propri dipendenti. Abbiamo dunque creato un dispositivo medico a tutti gli effetti. Infatti, le nostre mascherine monouso sono formate da tre veli e realizzate in conformità al Decreto Legislativo 24/02/97 n. 46, attuazione della direttiva 93/42CEE, sono realizzate anche in funzione degli standard qualitativi UNI 13485, complete di certificazione di processo. In questo modo siamo riusciti anche a far lavorare tutti i nostri dipendenti, impegnandone una parte nella nostra attività principale della pelletteria e un’altra sulla produzione dei dispositivi. La nostra azienda – prosegue Passariello - non produce in deroga alle vigenti normative emergenziali, bensì ha intrapreso sin da subito un percorso di produzione continuativa, ottenendo la validazione e il protocollo del prodotto al Ministero della Salute e la certificazione CE. Garantisce, inoltre, la possibilità di far fronte anche a ingenti quantitativi, in base alle richieste del mercato. Le nostre mascherine sono personalizzabili su richiesta. Se tutti usassimo dispositivi di protezione individuali certificati limiteremmo notevolmente il rischio di contagio».

«È una grande soddisfazione – commenta Paolo Masetti, sindaco Montelupo Fiorentino - che questa realtà storica della pelletteria, con all’attivo 32 anni di attività e trasferita a Montelupo da poco meno di un anno, abbia investito nella produzione di dispositivi medici e DPI certificati e di altissima qualità rinforzando un sistema di approvvigionamento che fino a qualche mese fa era del tutto assente e soprattutto garantendo il posto di lavoro a propri dipendenti in un momento così drammatico della storia del nostro paese».



Tutte le notizie di Montelupo Fiorentino

<< Indietro

torna a inizio pagina