Festa alla Misericordia di Narnali: inaugurato il nuovo mezzo per servizi socio sanitari

Fine settimana di festa per la Misericordia di Narnali. Sabato pomeriggio, 27 giugno, è stato inaugurato un nuovo automezzo adibito al trasporto sociale di anziani e disabili e malati di ogni genere. A donarlo alla confraternita è stato Paolo Fiaschi, ex presidente della sezione narnalese (attualmente vicepresidente e cassiere), in memoria della moglie Annamaria Corsani.

Presenti all’inaugurazione la famiglia Fiaschi-Corsani, numerosi confratelli e consorelle della Misericordia di Narnali, alcuni cittadini, il proposto della Misericordia Gianluca Mannelli e il parroco di Narnali don Bruno Martini. A benedire il mezzo il vescovo Giovanni Nerbini, che ha ribadito che «Inaugurare un nuovo mezzo è un onore e piacere. Sottolinea infatti come l’impegno della società civile di Prato, della Chiesa e delle associazioni è sempre forte e in prima linea. È un piacere perché vediamo come di giorno in giorno cresce anche l’impegno a sostegno di quanti sono nel bisogno. Un encomio particolare alla famiglia Fiaschi per questo prezioso dono, a vantaggio di tutti i bisognosi».

Il nuovo automezzo, un Peugeot ultimo modello per i servizi socio sanitari, va a sostituire un altro preso in affitto due anni fa dalla locale sezione della Misericordia, che in totale ha a disposizione quattro automezzi a servizio della popolazione.

«Una giornata importante per la nostra sezione, nata nel 1913 e che ha visto succedersi dinastie di narnalesi – dice Vito Basto, presidente della Misericordia di Narnali -. Con questo evento vogliamo ricordare anche tutti i volontari non solo della nostra sezione ma di tutte le Misericordie d’Italia, che in questo periodo particolarmente delicato hanno collaborato e si sono dati da fare a supporto della popolazione». Un ringraziamento particolare è arrivato anche da Gianluca Mannelli, proposto della Misericordia di Prato, «Grazie a Paolo Fiaschi per questo importante gesto di solidarietà che ha voluto fare per ricordare la moglie».

«Ho fatto questo gesto perché sento il dovere di far circolare il cognome della famiglia Corsani per le vie della città – ha precisato Paolo Fiaschi -. Una famiglia attiva nella Misericordia da ben 300 anni, che ha fatto davvero tanto per la città».

Un po’ di numeri. La Misericordia di Narnali è stata fondata più di cento anni fa, per la precisione nel 1913. Ha conosciuto l’occupazione fascista nel 1934 e la rinascita dopo la guerra, nel 1953, grazie anche all’energia del parroco di allora don Lorenzo Martini. Oggi la sede si occupa di servizi sociali e trasporto anziani e malati, servizio psicologico (privato). Collabora con la parrocchia e con l’associazione Narnali Insieme; è punto di riferimento per i giovani del paese e gestisce due campi da beach volley. Sono 400 attualmente i soci della sezione, 20 i volontari, 2000 circa i servizi che ogni anno vengono effettuati.

Fonte: Misericordia di Prato - Ufficio stampa



Tutte le notizie di Prato

<< Indietro

torna a inizio pagina