Centri estivi, bando a Montopoli per l'abbattimento delle rette

Il Comune di Montopoli in val d’Arno ha approvato l’avviso pubblico per l’assegnazione di contributi alle famiglie per il sostegno al pagamento delle rette dei centri estivi organizzati sul territorio comunale. Per i bambini e le bambine, i ragazzi e le ragazze da 0 a 17 anni che hanno frequentato uno dei campi estivi che si stanno svolgendo a Montopoli, e che sono appartenenti a nuclei familiari con ISEE non superiore a 30.000 euro, sarà dunque possibile procedere all’abbattimento dei costi delle quote di iscrizione. «La riduzione delle rette dei centri estivi per le famiglie è un intervento che avevamo indicato già a giugno – spiega il sindaco Giovanni Capecchi – oggi, con la pubblicazione dell’avviso, mettiamo in campo una misura indispensabile per sostenere le famiglie in questo periodo complicato». Il contributo, che varierà in base all’ISEE, potrà andare da un minimo di 20 euro settimanali ad un massimo di 100 euro settimanali. Per contenere l’importo delle rette, comunque, l’amministrazione comunale aveva già approvato un avviso di coprogettazione rivolto ai soggetti organizzatori di centri estivi da 0 a 17 anni, prevedendo l’erogazione di un contributo a sostegno di tali attività. «Questi contributi derivano non solo da risorse statali e regionali, ma anche proprie del Comune di Montopoli in val d’Arno – dice Cristina Scali, assessore alla Scuola – in questo modo abbiamo permesso a molte famiglie di sostenere il costo della retta e dare così inizio alle attività, che complessivamente hanno accolto circa 160 bambini e ragazzi di età compresa tra i 0 e i 17 anni». La domanda per partecipare all’avviso per i contributi al sostegno al pagamento delle rette è compilabile esclusivamente on-line alla sezione dedicata del sito istituzionale del Comune di Montopoli in val d’Arno. La scadenza per presentare la domanda è fissata in martedì 15 settembre 2020.

Fonte: Comune di Montopoli in Val d'Arno - Ufficio stampa



Tutte le notizie di Montopoli in Val d'Arno

<< Indietro

torna a inizio pagina