Si inaugura l'Emporio della Solidarietà a Santa Croce sull'Arno

Tutto pronto a Santa Croce sull’Arno per l’inaugurazione del primo «Emporio della solidarietà» realizzato in diocesi di San Miniato.

I riflettori si accenderanno alle ore 16.00 di lunedì 14 settembre a illuminare i locali di via Puccioni 13, dove i volontari stanno terminando l’allestimento degli scaffali di quello che sarà a tutti gli effetti un vero e proprio market alimentare, dove chi è in situazione accertata di disagio economico potrà fare liberamente la spesa, scegliendo i prodotti che più preferisce e senza pagare in denaro.

L’idea di un emporio solidale nasce da una felice intuizione del direttore della Caritas diocesana, don Armando Zappolini, che da tempo pensava a questo tipo di soluzione con l’obbiettivo di realizzare forme nuove di solidarietà, nella logica di affiancare all’esperienza del «pacco alimentare» una risposta di carattere più “strutturale”, contro la povertà sempre più diffusa anche nei nostri territori.

Questo primo emporio vede la feconda collaborazione della Caritas diocesana con la parrocchia di Santa Croce e gode, sotto il profilo economico, del contributo decisivo di Caritas Italiana.

Siamo in presenza di un progetto che, di fatto, razionalizza e fa convergere in un unico luogo i centri di distribuzione che erano già presenti nel Terzo Vicariato diocesano. La gestione della struttura sarà affidata ai volontari Caritas.

Da rilevare che negli ultimi mesi sono stati attivati contatti importanti con aziende di zona per garantire l’approvvigionamento di una gamma più ampia di prodotti rispetto a quelli attualmente forniti dai tradizionali centri di distribuzione. Nel reperimento delle merci resta ovviamente fondamentale l’apporto offerto dalle parrocchie oltreché dalla cittadinanza, che già durante il periodo di emergenza sanitaria da Covid, aveva risposto agli appelli Caritas rivelando una generosità straordinaria. Non bisogna poi dimenticare il contributo importante di Coop e di altri supermercati che, con le loro libere donazioni, incrementano in termini considerevoli la disponibilità di prodotti per il fabbisogno alimentare.

Questo "supermercato solidale" funzionerà sotto la regia attenta dei centri di ascolto Caritas e dei servizi sociali dei Comuni che hanno attivato il progetto del «Buon Samaritano». In buona sostanza le famiglie in difficoltà e titolate a usufruire del servizio, si vedranno assegnata una tessera caricata con un determinato punteggio che servirà per "acquistare" all’interno dell’emporio.

I prodotti non avranno un prezzo ma un punteggio. In questo modo gli utenti del servizio sono restituiti a una dimensione di responsabilità, poiché dovranno aver cura del credito loro affidato e decidere in piena libertà come impiegarlo. Si tratta di una modalità che riconsegna una dignità e un potere economico a chi, per altro verso, lo aveva smarrito.

L’obiettivo è quello di inaugurare ogni anno un nuovo «Emporio della solidarietà» negli altri tre Vicariati in cui è suddivisa la diocesi. A tal proposito si parla già di Fucecchio, San Miniato Basso e Ponsacco come luoghi candidati ad accogliere le nuove strutture.

All’inaugurazione del prossimo lunedì parteciperanno, oltre al direttore della Caritas diocesana don Zappolini, anche il parroco di Santa Croce don Donato Agostinelli, il sindaco Giulia Deidda e il vescovo di San Miniato Andrea Migliavacca.

L’inaugurazione cade in una data importante e carica di grande valenza simbolica per la città di Santa Croce: il 14 settembre è infatti la ricorrenza dell’esaltazione della Santa Croce.



Tutte le notizie di Santa Croce sull'Arno

<< Indietro

torna a inizio pagina