Hanno messo a segno almeno 7 colpi: un arresto e sei indagati per rapina a Prato

Oggi, 15 settembre, la squadra mobile di Prato ha smantellato un gruppo criminale che avrebbe messo a segno almeno 7 rapine ai danni di cittadini cinesi. Dopo mesi di indagine, un albanese di 21 anni, incensurato, è stato arrestato mentre un suo connazionale, un pakistano e quattro marocchini - tutti tra i 20 e i 30 anni - sono indagati a piede libero per rapina in concorso.

Dalle ricostruzioni, la banda individuava le vittime, quasi sempre persone cinesi facoltose, e al momento opportuno entrava in azione. La sera del 29 giugno nel quartiere del Macrolotto 0 - la Chinatown pratese - la banda ha colpito due imprenditrici cinesi, sorprese al rientro a casa da almeno tre persone, che pur di impossessarsi di un orologio di lusso (del valore di 10mila euro), soldi in contanti, un telefonino e una borsa firmata, non hanno esitato a picchiare una di loro.

La prima rapina contestata al gruppo risale all'inizio dell'anno, poi un paio di altri colpi e il 'blocco dell'attività' dovuto al lockdown. Le rapine più recenti sono quelle che hanno consentito agli agenti della polizia di ricondurre all'azione di un unico gruppo tutta la striscia criminale.



Tutte le notizie di Prato

<< Indietro

torna a inizio pagina