Firenze piange Fino Fini, ex medico della nazionale e anima di Coverciano

All'età di 92 anni è scomparsa una figura simbolo di Coverciano, Fino Fini. In passato è stato medico della nazionale di calcio e ha partecipato a molte spedizioni azzurre, tra cui il Mondiale 1982 e l'Europeo 1968, entrambi vinti.

Firenze è in lutto per uno dei suoi personaggi calcistici più importanti. Proprio Fini è stato ideatore del Museo del Calcio a Coverciano, oltre a essere stato presidente della Fondazione omonima. La famiglia farà sapere prossimamente le disposizioni per il funerale.

La vice presidente del Consiglio comunaleesprime cordoglio per la scomparsa di Fino Fini. “Sono profondamente addolorata per la scomparsa di Fino Fini, un uomo di sport che ha sempre lavorato per il promuovere l’Italia del calcio. La sua intuizione di creare, a Firenze, il Museo del Calcio fu vincente. Riuscì con la sua perseveranza a realizzare un museo unico al mondo ricco di cimeli, trofei, maglie e palloni che chiese ai grandi campioni del passato. Ci lascia un’eredità importante che dovremo perseguire in sua memoria”. Con queste parole la vice presidente del Consiglio comunale Maria Federica Giuliani esprime le proprie condoglianze ai familiari ed agli amici per la morte di Fino Fini.

Morte Fino Fini, il cordoglio di Giani

"Il mondo dello sport e quello del calcio in particolare perdono un grande uomo, competente, umano e appassionato del suo lavoro”. Eugenio Giani, profondamente addolorato per la morte di Fino Fini, esprime il proprio commosso cordoglio. “Fino era un uomo pieno di energia, idee e talento. Grazie a lui Firenze oggi ha il Museo del Calcio che rappresenta per gli amanti del pallone e non solo un punto di riferimento. Fino ha diretto in modo esemplare il centro tecnico di Coverciano. Si è occupato dei più grandi calciatori italiani con dedizione, esperienza e conoscenza. Sono certo che in questi luoghi e in ciascuno di noi che l’ha conosciuto, la sua eredità rimane, così come il suo ricordo. Una persona per bene, uno sportivo vero di cui sentiremo la mancanza".



Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro

torna a inizio pagina