Violenza di genere, Giglioli e Ramello (Forza Italia): "Servono incentivi dalla Regione per assumere le donne"

Sabrina Ramello

La violenza di genere è una grave limitazione alla libertà. in tutte le sue sfere, personale lavorativa ed economica. La politica può fare molto per sostenere le donne e loro figli soprattutto per ritrovare l’ autonomia e riconquistare la libertà e la dignità perdute.

Esordiscono così le candidate azzurre Lorella Giglioli e Sabrina Ramello, Candidate nella lista di Forza Italia Firenze 3 (presente sulle schede elettorali arancioni nei comuni di Empoli, Castelfiorentino, Fucecchio, Montespertoli, Montelupo, Capraia e Limite, Cerreto Guidi, Certaldo, Gambassi Terme, Montaione, Vinci).

Lorella Giglioli, psicologa e psicoterapeuta, esperta di violenza di genere da oltre un decennio si occupa presso il Centro Aiuto Donna Lilith delle Pubbliche Assistenze Riunite, di assistere le donne vittime di violenza domestica e non solo, descrive il suo impegno e la sua decisione di scendere in campo per politiche più concrete verso le donne in cerca di aiuto: “Le donne vittime di violenza che intraprendono percorsi di protezione vengono sostenute dai centri antiviolenza e dalla rete territoriale che le accompagna nel loro percorso di uscita: la difficoltà maggiore è trovare un lavoro, oltre che sicuro, con una retribuzione adeguata che permetta loro di avere una casa e una libertà decisionale rispetto alla propria vita e a quella dei loro figli”. Il mio impegno in Forza Italia, sottolinea la candidata azzurra, sarà quello di promuovere percorsi condivisi coinvolgendo maggiormente le aziende del territorio per favorire l’assunzione delle donne attraverso incentivi messi a disposizione dalla Regione.

“Forza Italia che ha alla base dei suoi principi il valore assoluto della libertà e del lavoro come maggiore espressione di questa, non può che intervenire e impegnarsi per sostenere le donne vittime di violenza perché ritrovino l’ autonomia, la libertà e la dignità delle quali sono state private” chiosa Sabrina Ramello, avvocato di professione e consigliere comunale a Fucecchio, dove è stata anche candidata Sindaco alle scorse elezioni amministrative.

Il nostro impegno, con le nostre competenze e qualità – chiosano le candidate di Forza Italia- sarà quello di consigliare il nuovo Governatore della Toscana, Susanna Ceccardi ad andare in questa direzione.

Chiediamo quindi di votare la nostra lista di Forza Italia domenica 20 e lunedì 21 settembre prossimi, concludono le candidate azzurre, perché il tema della violenza di genere torni al centro dell’agenda politica regionale. Susanna Ceccardi, che è donna e mamma, darà centralità alle politiche di genere di inserimento lavorativo: non possiamo più permettere che la paura di non farcela da sole, la violenza economica e la privazione del lavoro siano tra le principali cause di un perpetuarsi delle violenze tra le mura domestiche.

Ecco le proposte che Forza Italia si impegnerà a promuovere:
1) Creazione del Garante Regionale per le donne vittime di violenza;
2) Riconoscere come fascia protetta le donne vittime di violenza che hanno intrapreso un percorso di protezione nei centri antiviolenza;
3) Creazione di programmi di inserimento lavorativo che portino le donne ad ottenere un lavoro che permetta di essere autonome;
4) Messa a disposizione di alloggi accessibili e protetti

Lorella Giglioli e Sabrina Ramello - Candidati al Consiglio della Regione Toscana - Collegio Firenze 3



Tutte le notizie di Empolese Valdelsa

<< Indietro

torna a inizio pagina