Caduta alberi e rami, Pieraccioni e Stella (FI): "Abbattere piante pericolanti e malate"

“Ormai è sempre la stessa storia che si ripete, basta un rovescio meteorologico e a Firenze cadono alberi e rami. Anche oggi miracolosamente si è evitata la tragedia. Stavo transitando in scooter sul viale Machiavelli, verso le 16:20, quando ho sentito uno scricchiolio e poi un tonfo: mi sono fermata e ho visto un albero caduto in strada, per uno-due secondi non mi è rovinato addosso. Neanche il tempo di riprendermi dallo spavento, che è caduto un secondo platano". A raccontarlo è la consigliera di Quartiere 1, Roberta Pieraccioni (Forza Italia).
“La nostra città – sottolinea  Pieraccioni insieme al vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana, Marco Stella - ha un patrimonio notevole di piante e alberi, che però stanno invecchiando, molte sono malate e perciò pericolose. Non è un caso che sempre più spesso, quando piove o tira vento, si deve fare la conta degli alberi caduti. Palazzo Vecchio ha il dovere di incaricare gruppi di esperti di intervenire sul patrimonio arboreo cittadino a rischio, rendendo pubblici i risultati, e poi di agire di conseguenza in modo urgente, abbattendo le piante malate e a rischio caduta, sostituendole con alberi nuovi. Andare avanti così non è pensabile”.

Fonte: Ufficio Stampa



Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro

torna a inizio pagina