Musica per Santa Croce, Opera e ORT insieme per ripartire attraverso l’incontro con la musica, la cultura e la bellezza

L’Opera di Santa Croce e l’Orchestra della Toscana insieme per animare - attraverso l’incontro con la musica, la cultura e la bellezza - il quartiere e la città. Le due istituzioni lanciano il progetto Musica per Santa Croce, un programma di concerti gratuiti nel complesso monumentale di Santa Croce, pensato per promuovere una visione accogliente e partecipata del centro storico di Firenze e incoraggiare i fiorentini a vivere il cuore della loro città.

Con questo progetto L’Opera di Santa Croce e l’ORT confermano il loro impegno per sostenere la vita e le attività del quartiere, anche attraverso la collaborazione con le istituzioni culturali e gli operatori economici e turistici di prossimità. L’iniziativa si inserisce inoltre nel quadro delle attività condivise con la Comunità dei Frati Minori per fare di Santa Croce un luogo attivo nel sostenere la ripresa della città.

Si parte domenica 27 settembre alle 12, Luca Provenzani al violoncello e Amerigo Bernardi al contrabbasso daranno vita a un incontro emozionante, un dialogo in musica tra due amici, che suonano insieme da oltre 25 anni e che si sono ritrovati con entusiasmo nell’Orchestra della Toscana. In programma la Sonata per violoncello e contrabbasso di Giovanni Battista Sammartini, una delle figure principali che contribuirono allo sviluppo dello stile classico. Mentre di Gioachino Rossini potremo ascoltare il leggero e affascinante Duetto per violoncello e contrabbasso, composto a Londra verso la fine del 1824.

Il programma prosegue fino a dicembre 2020. Domenica 25 ottobre toccherà alla viola di Stefano Zanobini e al violoncello di Andrea Landi, domenica 29 novembre al quartetto d’archi Ort Florentia e infine domenica 27 dicembre all’Ensemble Dell’ORT

I concerti saranno ad ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili, determinati dalle norme attualmente in vigore per il distanziamento sociale. Punto di accesso al Complesso monumentale sarà il chiostro di Arnolfo che affaccia sulla piazza.

 

Fonte: Ufficio Stampa



Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro

torna a inizio pagina