Riccardo Bernini va in pensione, il saluto dei colleghi vigili del fuoco

riccardo bernini

Il 30 settembre 2020 è stato l’ultimo giorno di servizio operativo per Riccardo Bernini, capo reparto del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

Riccardo, figlio d’arte, ha prestato servizio militare con il corso allievo vigile ausiliario dal gennaio 1980 ad agosto 1981, durante il servizio di leva il 30 novembre 1980 è stato inviato con le squadre operative a Buccino per il terremoto dell'Irpinia.

Il 10 luglio 1985 entra in servizio permanente a seguito di concorso pubblico e destinato al comando Milano dopo aver frequentato il 20° corso allievi vigili permanenti presso le Scuole Centrali Antincendio di Capannelle.

L’anno successivo viene trasferito al comando di Firenze, prima presso l’allora distaccamento di Prato e poi nel 1988 a quello di Firenze Ovest.

Nel 1999 superato il corso di formazione, ottiene la promozione a capo squadra e presta servizio al comando di Siena per un anno.

Nel 2000 rientra a Firenze e viene nuovamente assegnato al distaccamento di Firenze Ovest.

Nel 2015 effettua l’ultimo passaggio di qualifica a capo reparto ricoprendo la mansione di capo distaccamento di Fi-Ovest.

Nella sua lunga carriera ha partecipato come componente delle squadre di soccorso a tutte le calamità sia a livello locale, sia a livello nazionale.

Dal 2017 Riccardo Bernini insieme ad altri vigili del fuoco, è stato uno dei promotori della stupenda collaborazione con l’Associazione 50 minuti delle Vecchie Glorie del Calcio Storico Fiorentino, con la quale si sono disputate partite di beneficenza tra pompieri di Firenze e vecchie glorie, il cui ricavato è stato interamente donato ad associazioni per la lotta contro i tumori. Non ultimo il lavoro di organizzazione e di interfaccia con i calcianti durante la fase emergenziale della pandemia, dove grazie ad una iniziativa sono stati raccolti fondi dal personale operativo per l’acquisto di generi alimentari da donare e distribuire alle famiglie più bisognose.

La sua passione e la sua professionalità per il lavoro e la disponibilità verso i colleghi lo hanno reso negli anni un riferimento per tutti i colleghi.

A nome di tutti i colleghi un sentito ringraziamento e i migliori auguri di tutto cuore per una serena pensione ed un meritato riposo nel fondamentale ruolo di nonno.



Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro

torna a inizio pagina