Giani s'insedia, sospensioni e attese per le nomine in Consiglio regionale

Il primo consiglio regionale toscano è andato in aula oggi, 19 ottobre. All’ordine del giorno della prima seduta dell'XI legislatura, oltre all’elezione del presidente del Consiglio Regionale, il Programma di Governo 2020-2025 e la formazione della nuova Giunta regionale toscana.

I lavori sono presieduti dal consigliere più anziano d'età, Luciana Bartolini della Lega, hanno preso il via con la chiamata dei 40 consiglieri eletti. Comunicate di seguito dalla consigliera Bartolini le dimissioni della candidata a governatore della Toscana per il centrodestra Susanna Ceccardi, che ha deciso di rinunciare al seggio regionale per rimanere eurodeputata. Votata la surroga, al suo posto è stato eletto Alessandro Capecchi di Fratelli d'Italia.

La seduta convocata un'ora più tardi del previsto, alle 16 anziché alle 15, è stata sospesa appena pochi minuti dopo la prima seduta d'insediamento per il Consiglio regionale della Toscana.

Elezione del presidente del Consiglio Regionale della Toscana

Sull'elezione del presidente dell'Assemblea, secondo punto all’ordine del giorno, la consigliera Elisa Montemagni della Lega ha preso la parola e ha sottolineato che la maggioranza non aveva ancora comunicato il suo candidato. Il consigliere Vincenzo Ceccarelli (Pd), ha chiesto per conto della maggioranza una sospensione di circa mezz'ora per confrontarsi con le opposizioni. Tornati in aula dopo 30 minuti, i lavori sono stati nuovamente sospesi per mancanza del numero legale.

Si torna in aula alle 17.38 per aprire la votazione per eleggere il presidente del Consiglio regionale della Toscana.

Ripresi i lavori, Vincenzo Ceccarelli (Pd) ha avanzato il nome di Antonio Mazzeo (Pd) come candidato della maggioranza alla presidenza dell'Assemblea toscana.

La votazione, a scrutinio segreto, avviene su una apposita piattaforma. Per la prima votazione è richiesta la maggioranza di 3/4, cioè 30 voti. Per la seconda votazione i 2/3 della maggioranza, cioè 27 voti. Per la terza e le successive è richiesta la maggioranza semplice, cioè 21 voti di preferenza. Si procede a scrutinio segreto, i consiglieri scrivono nome e cognome del consigliere che si vuole votare.

Andate 'a vuoto' le prime due votazioni. Alla prima votazione i risultati sono: 3 voti per Antonio Mazzeo, 3 per Irene Galletti, 27 schede bianche e 4 nulle. Alla seconda votazione, assenti 5 consiglieri, i voti sono stati così ripartiti: 2 voti per Antonio Mazzeo, 2 per Irene Galletti, 27 schede bianche e 4 nulle.

La seduta è stata nuovamente sospesa per 10 minuti.

Antonio Mazzeo è il nuovo presidente del Consiglio Regionale della Toscana

Eletto presidente del Consiglio regionale della Toscana Antonio Mazzeo con 36 voti, 39 i presenti, nessun assente. "Giorno dopo giorno metterò impegno per il ruolo che mi avete affidato. Un ringraziamento a Eugenio Giani, i suoi 5 anni di lavoro hanno dato un grande contributo alla Toscana- dice il neo-eletto presidente del consiglio regionale-. Spero di riuscire a portare sempre più il consiglio regionale della Toscana sui territori, tra i cittadini, tra i lavoratori e nelle scuole. Oggi viviamo una sfida epocale, bisogna ripensare questo ente, cercando di ridurre la troppa burocrazia e digitalizzando. Tutte le persone che lavorano in questo ente avranno un grande compito: dipendenti, commessi, funzionari, dirigenti che si troveranno ad affrontare mesi difficili, va il mio ringraziamento. Il mio impegno è are il possibile perché tutti possano svolgere al meglio il loro lavoro. Cercheremo di finanziare le categorie in difficoltà a causa della pandemia." Chiude con le parole di don Milani "L'augurio che faccio a tutti noi è che in questi 5 anni riusciamo a dare un esempio bello e alto di politica. Buon lavoro a tutti".

Il neo-presidente del Consiglio regionale della Toscana prosegue con i punti all'ordine del giorno che prevedono l'elezione dei due Vicepresidenti del Consiglio regionale della Toscana. La maggioranza propone Stefano Scaramelli (Italia Viva - Più Europa circoscrizione di Siena). La proposta del vicepresidente è Marco Casucci(Lega circoscrizione di Arezzo). Irene Galletti (M5s) propone Silvia Noferi (M5S circoscrizione Firenze 1), alla vicepresidenza. Si procede con votazione a scrutino segreto.

Eletti vicepresidenti del Consiglio regionale della Toscana Stefano Scaramelli con 24 voti e Marco Casucci, con 14 voti, che prendono posto al banco della presidenza.

Si prosegue con l'elezione dei due segretari del Consiglio regionale. Federica Fratoni (PD, circoscrizione di Pistoia) e Diego Petrucci (Fratelli d'Italia, circoscrizione di Pisa) sono eletti segretari.

Il presidente Giani illustra il Programma di Governo

Il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, illustra il Programma di Governo. "Cercherò sempre di essere presente e di far sì che ogni occasione collettiva possa portare voce, presenza e senso della Regione Toscana- dice-. Iniziamo a ottobre a causa della pandemia da covid-19, che ha fatto slittare di cinque mesi le elezioni regionali e l'insediamento. Approfittiamo dei mesi che seguono per fare il punto della situazione".

Il corposo Programma di Governo, 150 pagine circa, si incentra soprattutto su sanità e lavoro e tra due giorni si tornerà in aula per discuterne.

"Nella scorsa legislatura volli una legge per l'identità toscana - ha ricordato - e dobbiamo rendere visibile la Regione per i cittadini, e essere loro voce e sentimento. Anche per questo conto molto sulla collaborazione tra maggioranza e opposizione e faccio auguri a tutto il Consiglio regionale".

"Per gli investimenti in Toscana- prosegue- dobbiamo essere pronti a cogliere il recovery fund, soprattutto nell'euro progettazione. Vorrei arrivare a mettere in campo 50 giovani, portarli a Bruxelles per elaborare progetti che portino risorse e investimenti che siano volano per la nostra economia. Accanto a questo c'è poi la nuova programmazione dei fondi europei".

Il presidente della Regione Toscana torna a parlare di Covid. "Siamo a quasi a mille contagiati. La situazione per ora è sotto controllo a livello ospedaliero. Voglio un rapporto che sia costruttivo con le scelte del governo per un'uniformità di approccio. Oggi vediamo diffondersi il contagio in tutte le regioni. In Toscana abbiamo poco più di 650 terapie intensive occupate e altre 375 sono pronte a essere attivate. Ma possiamo arrivare in brevissimo tempo a 500 posti e poi a circa 700". "Questo però non sia un elemento di tranquillità - ha aggiunto Giani -, dobbiamo essere pronti a tracciare e da oggi siamo attivi con 15mila tamponi e rivelatori della positività. A marzo-aprile eravamo a quota 3-4 mila. Nell'arco di questa settimana arriveremo ad avere 17500 elementi di screening al giorno".

La Giunta

Il presidente della Regione Toscana annuncia solo parte della squadra di Governo, la Giunta dell'XI legislatura della Toscana sarà costituita da Alessandra Nardini, Serena Spinelli, Stefano Ciuoffo, Monia Monni, Stefano Baccelli, Leonardo Marras, Simone Bezzini.

Indica poi: Gianni Anselmi, Giacomo Bugliani e Iacopo Melio che saranno consiglieri delegati con funzioni speciali, prospettando una futura iniziativa di legge per portare a nove il numero dei componenti della Giunta regionale – così come consentito dalla norma nazionale – ed introdurre la figura del Sottosegretario alla presidenza, così come già fatto dall’Emilia Romagna.

Il vicepresidente sarà nominato dal presidente Giani mercoledì 21 prossimo, quando saranno assegnate anche le deleghe dei vari assessori saranno assegnate alla costituzione della Giunta.

Notizia in aggiornamento

Chiarastella Foschini e Margherita Cecchin



Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro

torna a inizio pagina