Il Comune di Borgo San Lorenzo introduce nuove agevolazioni e sgravi a sostegno di famiglie e imprese

Il Comune di Borgo San Lorenzo decide di introdurre nuove agevolazioni e sgravi a sostegno di famiglie e imprese, che riguardano TARI, IMU, mensa scolastica e misure di sostegno sociale. Si tratta di una serie di misure che hanno lo scopo di aiutare e sostenere le attività e le persone duramente colpite dalla pandemia. Iniziando dalla TARI, l’amministrazione comunale stanzia 125mila euro per nuove riduzioni. Le misure a favore delle imprese sono due: 100mila euro andranno ad abbattere la parte variabile della TARI di attività produttive e commerciali relativamente all’intero periodo di lockdown con un intervento che riguarda determinate categorie tariffarie; 5mila euro per le nuove attività che aprono, e che avranno la TARI scontata del 20%, per i primi due anni.

Per le famiglie invece sono previsti 15mila euro di agevolazioni destinate ai nuclei con indicatore ISEE inferiore ai 15mila euro. Un’ulteriore misura, con stanziamento di 5mila euro, invece è destinata per abbattere la TARI a chi ha perso il posto di lavoro. Per quanto riguarda l’IMU, sono state introdotte nuove aliquote agevolate, per chi abbassa l'affitto: per le locazioni ad uso abitativo a canone concordato l’aliquota passa dal 10 al 6 per mille. Per le locazioni commerciali e produttive, che vengono rinegoziate secondo i canoni della prefettura, l’aliquota passa dal 10 al 6 per mille per gli immobili di categoria C, dal 10 al 7,6 per mille per gli immobili di categoria D.

Per quanto riguarda in particolare bar e ristoranti, è stata prorogata anche l’esenzione Tosap al 31 dicembre per gli ampliamenti di suolo pubblico questa estate sulla base del “decreto rilancio” in chiave emergenza covid. Per sostenere le famiglie sulla mensa scolastica, si è deciso di destinare 5mila euro per i nuclei monoreddito colpite dalla perdita del posto di lavoro, in modo da abbattere il costo sostenuto per questo importante servizio.

Continuano inoltre i due progetti che l’amministrazione comunale porta avanti in sinergia con i servizi sociali: il primo è il Progetto Letizia sull’emergenza abitativa, insieme alla Cooperativa Convoi. Un appartamento con 6 posti letto per accogliere temporaneamente persone sole e nuclei familiari che si trovano improvvisamente senza alloggio e che vengono poi guidate, attraverso la collaborazione tra servizi sociali e operatori, a costruire un percorso che li riporti ad essere autonomi. Il secondo è la distribuzione dei Buoni Spesa, insieme alle associazioni del Banco Alimentare, su cui sono stati destinati oltre 14 mila euro.

 

Il plauso di Confesercenti

"Le categorie rappresentate da Confesercenti, commercio turismo e servizi,  hanno in questo momento un immenso bisogno di concretezza; ed il Comune di Borgo San Lorenzo l’ha dimostrata. Auspichiamo che anche gli altri comuni dell’area colgano lo spunto del Sindaco Paolo Omoboni e diano un segnale in questa direzione. Con l’occasione ci teniamo anche a ringraziare la Vicesindaco e Assessore allo Sviluppo Economico e Turismo del Comune di Borgo San Lorenzo Cristina Becchi per l’attenzione ed il sostegno da sempre, concretamente, dimostrati nei confronti delle categorie che con orgoglio rappresentiamo", così nella nota dei Presidenti di Borgo San Lorenzo Daniele Farnetani e del Coordinamento Mugello Franco Frandi.

Fonte: Comune di Borgo San Lorenzo - Ufficio Stampa



Tutte le notizie di Borgo San Lorenzo

<< Indietro

torna a inizio pagina