Coronavirus, deceduto monsignor Ristori: per anni proposto di Santa Maria del Fiore

(Foto gonews.it)

È deceduto oggi a Firenze, all'età di 89 anni, monsignor Paolo Ristori. Ai problemi di salute si è aggiunto il Covid, per il quale monsignor Ristori aveva trascorso alcuni giorni di degenza nella struttura sanitaria I Fraticini, rimodulata in questa fase per combattere l'emergenza sanitaria.

Ordinato sacerdote nel 1953, fu cappellano nella parrocchia di San Pietro a Monticelli per un anno e in seguito divenne segretario personale dell'Arcivescovo di Firenze, cardinale Ermenegildo Florit, per 22 anni fino al 1977. Nel 1973 era diventato Canonico della Cattedrale e nel 1983 vicario episcopale per Val di Pesa e Val d'Elsa.

Per molti anni è stato proposto della Cattedrale di Santa Maria del Fiore, dal 1987 al 2009, poi arciprete del Capitolo Metropolitano. Infine si era ritirato al Convitto Ecclesiastico. I funerali saranno celebrati proprio nel Duomo di Firenze, Cattedrale presieduta dal cardinale Giuseppe Betori, lunedì 23 novembre alle ore 10.


Il messaggio dei parenti del Cardinale Ermenegildo Florit: "Era un parente acquisito, uno di famiglia"

I nipoti del Cardinale Ermenegildo Florit ricordano con una nota monsignor Paolo Ristori, esprimendo: "le più sentite condoglianze al Cardinale Arcivescovo di Firenze, Mons. Giuseppe Betori e a tutta la diocesi fiorentina, oltre che ai parenti".

"Monsignor Paolo, come lo chiamavamo affettuosamente - ricordano i parenti del cardinale - era per noi un parente acquisito, uno di famiglia. Ci è sempre stato vicino, anche quando lo zio è morto. Quando siamo sempre venuti a Firenze, sia quando lo zio era in vita, e in particolare l’8 di dicembre di ogni anno, dopo la morte, per ricordare l’anniversario della dipartita dello zio Florit, Mons. Paolo ci ha sempre accolti con simpatia e affettuosità, chiedendo aggiornamenti di tutti i nostri congiunti, sia quelli in Italia che in Argentina, dove alcuni dei fratelli del Cardiale Florit emigrarono, ricordandosi di tutti nomi e fatti, anche a distanza di quarant’anni dalla loro conoscenza".

"Grazie Monsignor Paolo - continua la nota - siamo sicuri che da oggi hai ripreso in cielo il tuo fedele e amichevole servizio a fianco dello zio, che ti aspettava e ti ha seguito con affetto in questi anni dal cielo. Grazie Monsignor Paolo per tutto quanto hai fatto per noi, per lo zio, per la chiesa fiorentina".

Sindaco di Firenze Dario Nardella: "Questa terribile pandemia ci ha portato via un grande uomo di fede"

Il sindaco di Firenze Dario Nardella ha espresso un messaggio di cordoglio tramite Twitter. "Firenze piange monsignor Paolo Ristori. Questa terribile pandemia ci ha portato via un grande uomo di fede. Il mio cordoglio e quello di tutta l'amministrazione alla Chiesa fiorentina e ai familiari".



Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro

torna a inizio pagina