Consiglio regionale su Filiera moda: il Governo adotti strategie efficaci

Il settore della moda è una delle eccellenze toscane, frutto di una sapienza e cultura artigianale tramandate da secoli. L’impatto della crisi sanitaria sull’intera filiera è preoccupante. Secondo le stime dell’Irpet, il sistema moda nella nostra regione, nel maggio scorso, registrava un calo del fatturato del 40% ed un calo delle esportazioni del 35,5% rispetto all’anno precedente. Dati preoccupanti, che hanno spinto il Consiglio regionale ad approvare all’unanimità nella seduta di ieri una mozione, che impegna il presidente della Giunta regionale ad intervenire sul Governo, perché adotti quanto prima strategie efficaci per il settore, a partire da contributi a fondo perduto, liquidità dalle banche, detassazione, rottamazione dei magazzini, prosecuzione della cassa integrazione.

“La catena di oltre 17 mila imprese, per il 60% artigiane, è una delle eccellenze della Toscana nel mondo – ha osservato Vittorio Fantozzi (FI), che ha illustrato come primo firmatario il testo della mozione presentata - E’ chiaro che se la vendita al dettaglio frena, anche la produzione ne risente”.

“È una filiera, e la crisi del commercio ha ripercussioni evidenti sulla produzione. Lo vediamo da quanto è appena successo nel periodo natalizio” ha precisato Anna Paris (Pd), illustrando una serie di emendamenti presentati e condivisi. “La mozione è stata presentata molti mesi fa e l’abbiamo attualizzata - ha commentato - Il settore ha necessità di interventi specifici”.

Fonte: Regione ToscanaTosca



Tutte le notizie di Toscana

<< Indietro

torna a inizio pagina