Ex Ospedale, si passa ai fatti: un anno e 4 mesi per la nuova vita dell'edificio

Una firma che vale la riqualificazione di una buona fetta del centro storico di Empoli. Quest'oggi sono stati consegnati i lavori per il vecchio ospedale 'San Giuseppe' di Empoli, nel perimetro tra via Roma, via Giovanni da Empoli, via Ridolfi e piazza del Popolo. Presente il sindaco Brenda Barnini, il vice con delega ai lavori pubblici Fabio Barsottini, la dirigente del settore lavori pubblici del Comune Roberta Scardigli, i professionisti che hanno contribuito a questa prima fase.

Iniziò nel 2010

Sono passati 10 anni dall'inizio del lungo percorso partecipativo di Punto e a capo, con sindaco Luciana Cappelli, quando alla cittadinanza di Empoli fu chiesto di pensare a delle nuove funzioni per il manufatto ottocentesco che fu ospedale.

Da lì il primo passo concreto fu il progetto Hope, avviato dalla prima giunta Barnini nel 2016. I volumi interessati nel progetto erano l'ex Ospedale cittadino, l’ex Convitto Infermieri, l’ex Convento degli Agostiniani, oggi sede della Biblioteca Comunale, e l'ex-Sert, edificio che prospetta sulla rinnovata Piazza XXIV Luglio. Per questo specifico intervento sono stati necessari 2 anni di lavoro di progettazione, serviranno invece 469 giorni (un anno e poco più di tre mesi circa) per arrivare al taglio del nastro, secondo i tempi progettuali.

Empoli del futuro

I pezzi del mosaico si stanno allineando per un quadro d'insieme che è la firma della giunta Barnini sulla Empoli dei prossimi decenni. "Complessivamente è il più grande intervento di riqualificazione mai fatto a Empoli. Daremo spazi di vitalità, funzioni e servizio al centro storico (che funge anche da centro commerciale) che daranno ragioni ai cittadini dell'Empolese Valdelsa per venire qui".

Ma cosa sorgerà nel nuovo complesso? Al piano terra dell'ala ovest nascerà una caffetteria e uno spazio ristoro a sostegno delle attività presenti. Al primo piano nasceranno le aule coworking e i laboratori della città, recuperando il grande spazio con volte risalente all'ottocento. Verrà fatto anche un camminamento pedonale tra il parcheggio di piazza del Popolo e via Roma, così da collegare due zone importantissime della città. Il restauro porterà a una "ricucitura urbana" tra la vecchia e la nuova Empoli, come affermato durante la conferenza per l'affidamento dei lavori.

Ci saranno necessariamente dei disagi alla viabilità, quando dopo i primi mesi il giardino del pozzo (di fronte via Giovanni da Empoli) diverrà un'area a servizio del cantiere. Potrà esserci un restringimento della carreggiata, ma nei primi momenti i lavori saranno fatti solo all'interno del blocco, concentrandosi sulle demolizioni per ripristinare gli antichi volumi.

Quando finiranno i lavori

La chiusura dei lavori è ipotizzata per marzo del prossimo anno, nel frattempo altri lavori per il centro avranno fine come ad esempio quelli sulla biblioteca per l'ex Sert. Entro la fine del 2022 il progetto Hope potrebbe concludersi nella sua interezza.

I dettagli del progetto (dal Comune di Empoli)

La progettazione esecutiva e la direzione dei lavori è stata affidata al Raggruppamento Temporaneo di Professionisti composto da Rossi Prodi Associati Srl, BF Progetti Studio Associato e ing. Luca Tocchio, con capogruppo Rossi Prodi Associati Srl. I lavori saranno portati avanti da un’associazione temporanea di impresa formata da Arkè Unipersonale di Altamura e da Addante Giovanni Srl di Bari. L’intervento prevede la realizzazione di un moderno spazio per il coworking (al primo piano), una caffetteria e uno spazio ristoro (piano terra) e il complesso sistema delle corti e delle connessioni pubbliche che interessa la parte esterna dell’ex ospedale. Il progetto ha un valore di 3.365.763 euro, finanziato per 1.276.812,81 euro con contributo comunitario, per il restante dal Comune di Empoli.

Elia Billero



Tutte le notizie di Empoli

<< Indietro

torna a inizio pagina