Pescia celebra la Giornata del Ricordo, "cerimonia anticipata" e polemica politica

Come era stato annunciato, il comune di Pescia ha celebrato la “Giornata del Ricordo”, istituita per legge dal 2004, in onore delle vittime dei massacri delle foibe e dell’esodo giuliano-dalmata.

La cerimonia, che era stata richiesta nei giorni precedenti anche da alcuni esponenti di forze politiche cittadine, era stata concordata alle 12,15 al Sacrario dei Caduti di piazza Mazzini .

Quando è arrivato il vicesindaco Guja Guidi, che aveva informato più volte gli esponenti delle forze politiche dell’orario del suo arrivo, essendo a scuola, i partecipanti, erano andati via, anticipando quindi la cerimonia, nonostante gli accordi.

“Per evitare strumentalizzazioni, voglio precisare che la cerimonia era stata concordata per orari e svolgimento – dice il vicesindaco Guja Guidi- con i proponenti che poi, unilateralmente, hanno disatteso gli accordi andandosene. . Da parte nostra, pur amareggiati, ci siamo attenuti scrupolosamente a quanto stabilito in precedenza e dunque in pace con la nostra coscienza, senza alcuna intenzione di fare una cerimonia diversa da quella che era stata concordata”.



Tutte le notizie di Pescia

<< Indietro

torna a inizio pagina