Formazione e agricoltura sostenibile: corsi gratuiti per le aziende del Chianti

Olivicoltura biologica, biodiversità, conservazione e rigenerazione del paesaggio. I Comuni del Chianti fiorentino propongono un’inedita stagione formativa rivolta alle aziende che si occupano di coltivazione biologica attraverso la collaborazione con il Biodistretto del Chianti. Nuova olivicoltura, nuova viticoltura, quali sono gli strumenti e le tecniche per poterle attuare. A trasmettere conoscenze e fornire risposte e indicazioni qualificate alle imprese agricole attive nella green economy sarà l’attività di formazione, promossa dai Comuni di San Casciano, Greve in Chianti, Bagno a Ripoli e Barberino Tavarnelle e gestita da Chiantiform, costituita dagli stessi enti locali, a dare indicazioni qualificate. “Riteniamo molto importante questa esperienza progettuale - spiegano i sindaci del Chianti - che offre un’opportunità gratuita di formazione di alto profilo tecnico e specialistico alle aziende del territorio su temi legati all’innovazione “sostenibile” in ambito agricolo, all’incentivazione di produzioni biologiche ed alla salvaguardia del patrimonio territoriale rurale”.

Nell’ambito del progetto AgriForm, finanziato dalla Regione Toscana attraverso il Programma di Sviluppo Rurale Chiantiform, in partenariato con Toscana Formazione, ChiantiForm organizza un nuovo ciclo di corsi di formazione dedicati agli aspetti innovativi ed evolutivi dell’agricoltura in relazione ad ambiti di primario interesse nel territorio del Chianti fiorentino. L’obiettivo è l’incremento delle competenze delle imprese e degli addetti nelle aree più direttamente legate alla sostenibilità ambientale dell’attività agricola e forestale.

L’attività formativa è volta all’acquisizione di un quadro completo di informazioni e competenze orientate ai temi della sostenibilità delle produzioni agricole - continuano i sindaci – la promozione della biodiversità e la conservazione del paesaggio, i corsi sono pensati e strutturati per le aziende biologiche del Biodistretto che intendono approfondire le loro conoscenze e misurarsi con l’apprendimento di tecniche agronomiche avanzate”.

I singoli corsi avranno la durata complessiva di 40 ore e sono a numero chiuso. Sono disponibili i corsi “Per una nuova viticoltura” (9 posti), “Per una nuova olivicoltura” (10 posti), “Il valore della biodiversità e della conservazione e rigenerazione del paesaggio” (12 posti). Vi potranno partecipare titolari dell'azienda, coadiuvanti familiari, dipendenti aziendali, tecnici o operai specializzati. “Le location delle lezioni saranno prevalentemente in outdoor – concludono gli amministratori comunali - e coinvolgeranno direttamente le aziende con un taglio pratico ed operativo ai percorsi formativi”. La partecipazione è gratuita e verrà rilasciato al termine del corso, un attestato di partecipazione.

Fonte: Ufficio Stampa Associato Chianti Fiorentino



Tutte le notizie di San Casciano in Val di Pesa

<< Indietro

torna a inizio pagina