Professore universitario insulta Giorgia Meloni in radio: i commenti

Sono volati insulti ieri durante la trasmissione 'Bene bene Male male' in onda su Controradio, da parte di Giovanni Gozzini storico e docente all'Università di Siena, nei confronti di Giorgia Meloni. Insulti che sarebbero stati pronunciati mentre lo storico commentava l'intervento alla Camera della presidente di Fratelli d'Italia per la fiducia al nuovo governo.

Tanti i messaggi di solidarietà dal mondo della politica tra deputati e senatori, così come sono giunte precisazioni e commenti dalla stessa radio, Università e docente, che ha presentato le scuse a Meloni.

Controradio prende le distanze

"In merito alla trasmissione 'Bene bene Male male' andata in onda venerdì 19 febbraio 2021 alle ore 09:00 sulle nostre frequenze, Controradio S.r.l. intende prendere le distanze - come per altro già fatto in onda - dal linguaggio utilizzato dal Prof. Giovanni Gozzini durante la suddetta trasmissione. 45 anni di storia della nostra radio parlano per noi. Sono stati anni di impegno costante e serrato tutto volto a combattere l'imbarbarimento del linguaggio da una parte, e dall'altra a lavorare sulle questioni di genere in ogni ambito, dal mondo del lavoro a quello appunto del linguaggio. Parlano per noi decenni di trasmissioni, interviste, speciali, progetti ad hoc".

Condanna alle dichiarazioni dall'Università di Siena

Il rettore dell'Università di Siena, Francesco Frati, ha condannato quanto dichiarato dal docente dell'Ateneo Gozzini in riferimento alla leader di FdI. "Condanno con decisione le offese sgradevoli rivolte dal professor Gozzini all'on.Giorgia Meloni". Sulla possibilità che possano essere presi provvedimenti il rettore ha aggiunto: "Ci sono organi competenti che valuteranno".

Gozzini presenta le scuse

"Per il fatto di aver usato delle parole sbagliate durante la trasmissione sono a porgere le mie scuse a tutti quanti, a Giorgia Meloni per prima e a tutte le persone che si sono sentite offese". "Presento le mie scuse per il linguaggio usato durante la trasmissione - ha dichiarato Giovanni Gozzini -. Non è mio costume, né come ospite storico della trasmissione di Controradio né in altra sede promuovere un linguaggio che non sia più che rispettoso nei confronti di tutti".


I commenti dalla politica

La stessa presidente di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni ha recentemente commentato, tramite la sua pagina facebook, la vicenda. "Ieri sera m'è preso il mal di miserere quando ho sentito quell'ortolana della Meloni(...) Datemi dei termini: una rana dalla bocca larga? Una vacca? Una scrofa? Cosa devo dire?".

"Ma a voi sembra normale che un docente universitario usi un linguaggio simile? Vi immaginate se queste frasi fossero state rivolte nei confronti di una qualsiasi esponente di sinistra cosa sarebbe accaduto? - ha dichiarato Meloni-. Come donna e come politico, sono veramente stufa di dover subire questo tipo di attacchi diffamanti e osceni.
P.S. il Rettore dell'Università di Siena e il Ministro dell'Università e della Ricerca non hanno nulla da dire? E il Pd, che lo nominò assessore?"

Il ministro per gli Affari regionali e le autonomie, Mariastella Gelmini: "Gli insulti gratuiti e violenti, ancor più quando indirizzati contro una donna, vanno condannati con rigore e determinazione. Solidarietà a Giorgia Meloni".

Donzelli (FdI): "Fatto grave, Gozzini sia sospeso"

" "Vacca" e "scrofa". Siamo increduli che nel 2021 ci si possa esprimere ancora così pubblicamente. Ancora di più che a farlo sia un professore, Giovanni Gozzini, che intervenendo all'emittente Controradio ha insultato e denigrato pesantemente la leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni. Come al solito gli intellettuali di sinistra predicano bene e razzolano male, dimostrandosi buoni a cavalcare le battaglie in difesa delle donne solo a corrente alternata. Chiediamo che l'Università di Siena sospenda il professor Gozzini: si tratta di un fatto grave, un personaggio del genere non può insegnare a Scienze politiche". Lo afferma il deputato di Fratelli d'Italia Giovanni Donzelli.

"Le parole, secondo quanto appreso, sono state pronunciate nel corso della trasmissione "Bene bene male male" del 19 febbraio dell'emittente fiorentina e condotta dal direttore Raffaele Palumbo. - sottolinea Donzelli - Ancora una volta Giorgia Meloni viene pesantemente insultata per le sue idee ed insultata sul piano personale. E ancora volta in Toscana si usano i media per seminare odio: - conclude Donzelli - chiediamo che l'emittente si scusi con la diretta interessata e che al professor Gozzini, come a tutti gli interlocutori, venga impedito di intervenire ancora in radio insultando gratuitamente chicchessia".

Rossi (FdI): "Università prenda provvedimenti"

Offese pesanti e volgari. Ancora una volta gli intellettuali di Sinistra non perdono il vizio di attaccare la Presidente Meloni e si dimostrano capaci a cavalcare le battaglie in difesa delle donne solo a corrente alternata -dichiara Fabrizio Rossi, coordinatore regionale di Fratelli d’Italia- Insulti come “vacca” e “scrofa” denotano una dialettica politica davvero di bassa caratura. Attaccano in modo scomposto perché non hanno argomenti e la buttano in rissa, questo gli riesce bene” sottolinea Rossi.

L’Università di Siena deve prendere provvedimenti nei confronti di un dipendente pubblico come il professor Giovanni Gozzini, che non può insegnare a Scienze politiche agli studenti. Per insegnare c’è bisogno di conoscere e rispettare l’etica, cosa che questo signore sembra aver smarrito -sottolinea Rossi- Libertà di idee non significa libertà di poter insultare. Questa non è politica, è turpiloquio!”.

Torselli (FdI): "Personaggi così non possono insegnare nelle nostre Università, sia sospeso"

Il Professor Giovanni Gozzini si è permesso di dare della scrofa e della vacca a una donna e una mamma, prima ancora che a un politico. Questo personaggio non ha gli attributi per dare della scrofa alla donna e madre Giorgia Meloni, non solo: con questa uscita si è totalmente squalificato come Professore pertanto non credo possa continuare ad insegnare nelle Università, così come giustamente evidenziato dall’On. Giovanni Donzelli.

Ricordiamo inoltre che questo personaggio è stato invitato nella seduta solenne del Consiglio regionale in occasione della Giornata della Memoria dello scorso 27 gennaio, occasione nel quale ricevette grandi elogi e complimenti dal governatore Giani. Ci auguriamo non solo che il presidente Giani riveda la propria considerazione su Gozzini, ma che questo non abbia più l’onore di intervenire in una sede istituzionale.

A proposito, ma quei consiglieri regionali che criticarono o che abbandonarono l’aula durante l’intervento di Fausto Biloslavo in occasione del Giorno del Ricordo, non hanno niente da dire su questo personaggio?” Così Francesco Torselli, capogruppo di Fratelli d’Italia nel Consiglio regionale della Toscana.

Simona Bonafè, segretaria Pd toscano: "A Giorgia Meloni va la nostra solidarietà"

Le parole pronunciate da Giovanni Gozzini su Giorgia Meloni sono gravi perché il giudizio sull’operato politico è una cosa, le offese tutt’altra. E per noi questo vale sempre, che sia preso di mira un esponente della nostra forza politica o un altro. Per questo a Giorgia Meloni va la nostra solidarietà”.



Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro

torna a inizio pagina