Cig e Amazon: sciopero nelle aziende con servizio di consegna a Pisa

Sciopero e presidio a Pisa dei lavoratori delle aziende che offrono il servizio di consegna a Amazon. La Uiltrasporti Toscana denuncia l'inaccettabile ricorso alla cassa integrazione in un settore che durante la pandemia ha incrementato il proprio giro di affari.

I lavoratori si sono dati appuntamenti nei pressi della sede Amazon, a Montacchiello, dove stamani hanno inscenato un presidio. "Le giornate non lavorate sono conseguenza di un incremento spasmodico del numero di consegne affidate ad ogni corriere - sottolinea in una nota Marco Sarlo della Uiltrasporti Toscana -. Una mole di lavoro tale che pongono anche un serio problema di stress per i lavoratori con quello che ne può conseguire in termini di sicurezza. E' un fatto grave che denunciamo con forza. Saremo a fianco dei lavoratori per rivendicare carichi di lavoro sostenibili e non accetteremo, soprattutto in questo particolare momento per il Paese, l'utilizzo di ammortizzatori sociali se non strettamente necessari".

"Riteniamo inaccettabile il ricorso alla cassa integrazione in una realtà che durante l’intero periodo della pandemia ha visto incrementare i propri volumi ed il proprio giro di affari e che alla luce di questo ha realizzato il nuovo distretto di Montacchiello".

Amazon in merito allo sciopero

Le piccole e medie imprese in tutta Italia offrono opportunità di lavoro a migliaia di persone per la consegna dei pacchi ai clienti Amazon. Il nostro è un business stagionale e per questo lavoriamo a stretto contatto con i nostri fornitori di servizi di consegna per consentire loro di pianificare adeguatamente le loro esigenze operative. Amazon richiede a tutti i fornitori di servizi di consegna di rispettare il Codice di Condotta dei Fornitori Amazon, attento a garantire che gli autisti abbiano compensi e orari di lavoro adeguati e che vengano rispettati gli accordi definiti dal Contratto Nazionale Trasporti e Logistica. Stiamo inoltre esaminando la fondatezza di queste affermazioni e saremo pronti a prendere gli opportuni provvedimenti nel caso in cui i nostri partner non siano in linea con tali aspettative.



Tutte le notizie di Pisa

<< Indietro

torna a inizio pagina