Decreto 'Semplificazioni' e modalita digitale, Fratelli d'Italia-Cdx per Empoli: "Comune si è adeguato?"

Il gruppo consiliare FdI-Centrodestra per Empoli (foto gonews.it)

Entro il prossimo 28 febbraio 2021, nell’ambito del Decreto “Semplificazioni”, tutte le pubbliche amministrazioni dovranno obbligatoriamente avviare progetti volti a rendere fruibili i loro servizi anche in modalità digitale.

In qualità di Consiglieri comunali di Fratelli d’Italia, noi, Simona Di Rosa, Andrea Poggianti e Federico Pavese, presentiamo un'interrogazione per sapere se il Comune di Empoli si è adeguato alle recenti disposizioni e quale tipo di progettualità stia ponendo in essere per realizzare gli obiettivi di informatizzazione. Non potremmo assolutamente tollerare un’inerzia: il nostro Paese necessita fortemente di servizi più semplici, celeri ed efficienti, nonché di più trasparenza nei rapporti tra cittadino e pa. A supporto della nostra tesi, i dati ISTAT: il tempo che ogni anno il cittadino italiano perde per il disbrigo di pratiche burocratiche pubbliche è di circa 8 giorni, con correlato costo economico e sociale di circa 30 miliardi annui.

Dai primi interventi normativi ad oggi, quello che si è verificato è una traduzione parziale e in ritardo dall’analogico al digitale, un incremento della dotazione di strumenti di accesso ai servizi della pubblica amministrazione, senza tuttavia un parallelo miglioramento della qualità dei servizi offerti e della semplificazione burocratica, e ancora minore è stata la tutela riservata ai diritti della persona in internet. Anche ad Empoli l’amministrazione pare abbia promosso il minimo necessario per legge, i cui unici picchi di intraprendenza sono rappresentati da consultazioni online dai quesiti spesso sciocchi e che di partecipazione alla vita politica della città hanno veramente poco, come quello sul tipo di lampione da acquistare per il centro storico. Ancora, molte mozioni e ordini del giorno approvati in Consiglio comunale in tema digitalizzazione sono rimasti disattesi.

Insieme all’interrogazione, presentiamo anche un ordine del giorno volto a ribadire la necessità di garantire nel miglior modo la libertà informatica del cittadino e la necessità di mitigare il digital divide specialmente per le fasce di popolazione non native digitali o meno esposte all’utilizzo di sistemi digitali ed informatici, prevedendo campagne informative e formative atte anche ad evidenziare i benefici dell’utilizzo di sistemi digitali ed informatici per la cittadinanza.

 

Simona Di Rosa, Andrea Poggianti e Federico Pavese

Consiglieri comunali del gruppo consiliare "Fratelli d'Italia - Centrodestra per Empoli"



Tutte le notizie di Empoli

<< Indietro

torna a inizio pagina