Ponte di Albiano, un anno dal crollo. I sindaci incontrano il commissario straordinario

L'8 aprile è l'anniversario del crollo del ponte di Albiano Magra. Questa mattina il Commissario Straordinario Fulvio Maria Soccodato ha incontrato i sindaci di Aulla, Roberto Valettini, di Bolano, Alberto Battilani e di Santo Stefano di Magra, Paola Sisti, e i presidente delle province di Massa-Carrara, Gianni Lorenzetti, e della Spezia Pierluigi Peracchini.

Nell’incontro, al quale hanno partecipato in videoconferenza anche le Regioni Toscana e Liguria e i parlamentari del territorio, è stato esaminato l’andamento delle attività di cantiere ed è stato confermato il cronoprogramma che prevede l’apertura al traffico del nuovo ponte a marzo 2022.

Nelle more della ricostruzione del ponte, sono inoltre in corso gli interventi per la realizzazione di rampe all’Autostrada A12 in collegamento diretto con la SS330 in località Ceparana, che saranno ultimate a giugno.

“La collaborazione con il territorio è costante e quotidiana”, ha affermato il Commissario Soccodato. “C’è forte intesa e coesione tra tutti gli Enti coinvolti, sebbene di diverse province e regioni, nell’obbiettivo comune di realizzare le opere nei tempi previsti dal nuovo piano commissariale, nell’interesse primario dei cittadini e degli operatori economici che vivono questo territorio”.

La cronistoria del Ponte di Albiano Magra

È passato esattamente un anno da quando lo scorso 8 aprile 2020, alle ore 10.30, crollò improvvisamente il ponte sul Magra che collegava l'abitato di Santo Stefano Magra con Albiano. Fino a gennaio 2021, però, le uniche macerie rimosse sono state quelle portate via dalla piena del 23, e il ponte resta ancora un progetto da realizzare.

Dopo mesi di stop a causa dell'inchiesta giudiziaria in corso e degli iter burocratici, è stato nominato Commissario Straordinario di Governo Fulvio Maria Soccodato lo scorso ottobre. È stato quindi annunciato il piano di lavori, un progetto che prevede tre interventi per un totale di 31 milioni di euro, comprendente la ricostruzione del ponte, la rimozione delle macerie e la realizzazione delle nuove rampe sulla A12. Il cantiere è partito qualche settimana fa e il nuovo ponte, da cronoprogramma, dovrebbe vedere la luce nel marzo 2022. Agli inizi di aprile il commissario straordinario ha anche visitato il cantiere garantendo sui tempi.

Se la ricostruzione del ponte è ormai solo una questione di tempo, resta però il problema dei danni economici causati alle attività. A prendere posizione al riguardo è il sindaco di Aulla, Roberto Valettini, che attraverso un comunicato critica le lungaggini sulla ricostruzione e soprattutto il mancato sostegno per i soggetti del Commercio, Industria e Terziario. Il sindaco denuncia come ad oggi solo il Comune abbia concretamente dato un contributo, nonostante le attività siano state penalizzate doppiamente da pandemia e anche dalla mancanza di collegamento. Il sindaco chiede quindi che Regione e Governo corrispondano i ristori a chi abbia subito danni.



Tutte le notizie di Aulla

<< Indietro

torna a inizio pagina