Spacciatori a Pisa, due arresti grazie alle pattuglie in borghese

Arrestati due spacciatori di origine tunisina nelle zone di spaccio di Pisa.

Nel primo caso nel corso dei controlli della polizia con pattuglie in borghese, effettuati tra la Stazione e piazza Sant'Antonio, gli agenti hanno bloccato un nordafricano notato aggirarsi nell'atteggiamento di chi attende “clienti”. Dopo essere stato controllato, il tunisino di 32 anni aveva con sé 7 dosi di sostanza stupefacente di tipo cocaina e diverse banconote di piccolo taglio, ritenute provento di spaccio.

I poliziotti lo hanno arrestato per detenzione ai fini di spaccio e trasferito nelle celle di sicurezza della Questura. Stamani il giudice ha convalidato l'arresto e lo ha sottoposto alla misura cautelare del divieto di dimora a Pisa, fino all’ esito del processo fissato per il prossimo mese di luglio.

Poche ore dopo il primo arresto, in zona Riglione, un’altra pattuglia in borghese ha bloccato un tunisino 34enne, trovato in possesso di 12 g di cocaina. Anche lui è stato arrestato e condotto nelle camere di sicurezza della Questura. Anche per lui stamani in Tribunale l'arresto è stato convalidato e l'uomo è stato sottoposto alla misura cautelare dell’ obbligo di presentazione per la firma quotidiana in Questura, in attesa del processo a luglio.



Tutte le notizie di Pisa

<< Indietro

torna a inizio pagina