Ferisce guardia carceraria a Pisa, 5 giorni di prognosi

Ancora un’aggressione ai danni della Polizia penitenziaria del Carcere di Pisa. Nella giornata di ieri 18 aprile, alle 19:30 circa, un detenuto italiano, nel tentativo di aggredire un medico e l’infermiera, ha consumato la sua furia nei confronti di un agente di polizia penitenziaria, strattonandolo più volte contro il cancello della stanza detentiva.

A causa dell’inconsulto gesto l’Agente, che era accorso per proteggere e difendere i due sanitari, è stato sbattuto violentemente contro le inferriate, riportando una contusione dorsale e della spalla, con una
prognosi di 5 giorni.

A darne notizia è la Segreteria Provinciale della UIL Polizia Penitenziaria, il Sindacato indignato dichiara: "Gli episodi verificatisi negli ultimi mesi ai danni degli agenti, costituiscono un evidente segnale di come i detenuti stiano adottando spesso una strategia della tensione e dell’intimidazione nei confronti della Polizia Penitenziaria che, gestisce la sicurezza nelle carceri e garantisce all’interno delle stesse il rispetto della legalità e la tutela degli interessi della collettività nazionale. Auspichiamo che l’Amministrazione sappia trovare una soluzione immediata. Ma, soprattutto, - conclude la UIL-PA Polizia Penitenziaria - teniamo a far sentire la nostra vicinanza al collega trasferito al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Cisanello per controlli e cure previsti, augurandogli una pronta guarigione.

Fonte: UIL Polizia Penitenziaria



Tutte le notizie di Pisa

<< Indietro

torna a inizio pagina