Tiramisù, la campagna per donare il 5x1000 e il 2x1000 ai circoli Arci

Una grande serranda abbassata sopra alla quale campeggia l’insegna di un Circolo Arci e una frase/slogan “TIRAMISU’: è questa l’immagine della nuova campagna del 5x1000 e 2x1000 del Comitato Arci Empolese Valdelsa APS completamente destinata e pensata per il salvataggio dei Circoli Arci, chiusi da un anno a causa della pandemia.

“Una campagna che abbiamo voluto definire 'sensoriale' - spiega Chiara Salvadori, presidente di Arci Comitato Territoriale Empolese Valdelsa APS – che si basa su una domanda che da sempre ci poniamo ma che stavolta diventa drammaticamente reale, ovvero, cosa ci verrebbe a mancare nel caso che i Circoli Arci non fossero in grado di tirarla su questa serranda, dopo questa lunga chiusura forzata? Sappiamo che sicuramente ci mancherebbero i circoli come luoghi di incontro, di aggregazione, di resistenza alla solitudine, presidi di socialità fondamentali nelle nostre comunità e frazioni, ma abbiamo voluto analizzare questo concetto di “mancanza” nel nostro quotidiano, in maniera veramente basica, contando come i nostri sensi percepirebbero queste assenze di suoni, visioni, con-tatti che nei Circoli si vivono e si godono.”

“Tiramisù' quindi diventa l'appello che, figuratamente, la serranda (o meglio per dirla alla toscana, il bandone) di ogni circolo rivolge a tutti i soci e a tutti i cittadini che riconoscono all'Arci un ruolo e una funzione importante nel territorio:un invito impellente a contribuire per garantire la sopravvivenza e il futuro delle nostre strutture. Infatti, nonostante il protrarsi della pandemia e la conseguente crisi dovuta all'impossibilità di potere svolgere le consuete iniziative e attività sociali e culturali di autofinanziamento, tasse e utenze sono continuate ad arrivare, mentre invece al contrario, i contributi statali sono stati scarsissimi (o in alcuni casi, nulli) e completamente insufficienti a sanare le perdite dei Circoli.

La campagna Tiramisù partirà martedì 4 maggio sui social network dell'associazione: la riconoscerete dall'immagine della serranda da cui sono tratte anche le locandine e gli adesivi che parallelamente saranno esposti in tutti i Circoli.

Altri materiali che si potranno “gustare” della campagna sensoriale sui social network Arci Empolese Valdelsa saranno: un audio che ricorderà suoni, rumori e voci dei nostri circoli che da troppo tempo non sentiamo più e video di con-tatti arci, di quando abbracciarsi,toccarsi, festeggiare, stare vicini e vedere risate e sorrisi senza mascherina, era la normalità.

Contribuire alla nostra campagna non costa nulla: il 5x1000 e il 2x1000 sono le misure fiscali che in fase di dichiarazione dei redditi, consentono ai contribuenti di destinare una quota dell’IRPEF anche all’Arci Empolese Valdelsa. Basta indicare nella propria dichiarazione dei redditi, negli appositi campi del 5x1000 e 2x1000 per le associazioni culturali, il codice fiscale di Arci Comitato Territoriale Empolese Valdelsa APS: 82003050489.

Anche chi non ha l'obbligo di presentare la dichiarazione dei redditi può scegliere di destinare il cinque e il due per mille dell’IRPEF utilizzando l’apposita scheda allegata allo schema di Certificazione Unica (CU) o al Modello REDDITI Persone Fisiche e consegnarla in busta chiusa allo sportello di un ufficio postale o a un intermediario abilitato alla trasmissione telematica (professionista, Caf, ecc.).
Aiuta anche tu con una firma i Circoli Arci a tirare su il bandone. Fa' che l'appello Tiramisù non rimanga inascoltato e che i Circoli Arci del tuo territorio possano ancora essere luoghi di accoglienza e solidarietà, doti di cui avremo molto bisogno dopo la fine di questa pandemia.

Fonte: Arci Empolese Valdelsa



Tutte le notizie di Empoli

<< Indietro

torna a inizio pagina