La Toscana si riveste di blu per la Festa dell'Europa

9 maggio, si festeggia l'Unione Europea: i palazzi delle istituzioni si illuminano di blu


foto di archivio

Oggi, domenica 9 maggio, si celebra la Festa dell'Europa e anche la Toscana festeggia dentro al cerchio di 12 stelle, colorandosi di blu. La Commissione per le politiche europee del Consiglio regionale della Toscana ha indetto per l'occasione una serie di iniziative tra le quali una seduta solenne, martedì 11 maggio, l'illuminazione dei palazzi delle istituzioni con il blu dell'Europa e il coinvolgimento degli studenti delle scuole superiori (Qui la notizia).

Fucecchio, sindaco Spinelli: "Visione europeista ha radici profondissime"

Festa dell'Europa 2021, Fucecchio

Oggi 9 maggio si celebra la Festa dell'Europa. In questo momento di emergenza sanitaria, le istituzioni europee non potranno aprire le loro porte ai cittadini ma come ogni anno durante tutto il mese si svolgeranno eventi in tutti i paesi europei.

La città di Fucecchio ha investito e investe per contribuire a crescere i propri cittadini nella consapevolezza e nella cultura europea. I gemellaggi uniscono i cittadini nello stesso paese ma anche tra paesi diversi. Rapporti umani che si stringono e che aiutano lo sviluppo dei territori.

Cittadini e amministrazione comunale hanno fondato e tengono vivo il gemellaggio con la città di Nogent-sur-Oise, a nord di Parigi in Piccardia (Francia). Una bella regione dove la storia, l'attività industriale, l’immigrazione, lo sviluppo, l'attenzione ai giovani così come agli anziani, e non di meno la presenza di numerose associazioni di volontariato, trovano continui punti d'incontro con tutto ciò che caratterizza Fucecchio.

Altre energie sono state investite nei rapporti con un'altra bella cittadina: Beverley, nello Yorkshire, in Inghilterra. Anche se questo paese è uscito dall'Europa recentemente, ne è stata parte per quasi 50’anni. Per ultima, una cittadina non lontana da Augsburg (antica Augusta) in Baviera (Germania), potrebbe entrare tra i gemellaggi di Fucecchio. I ragazzi a scuola studiano il latino e questo li avvicina molto al nostro paese.

A Fucecchio la visione europeista della società e della politica – ricorda il sindaco Alessio Spinelli- ha radici profondissime. Il nostro concittadino Giuseppe Montanelli, triumviro della Toscana ed eroe del Risorgimento italiano, fondò la rivista "La nuova Europa" a metà del 1800 quando ancora non esisteva neppure l'Italia”.

I motivi di questa attenzione agli scambi con altre realtà europee - spiegano Barbara Cupiti e Antonella Gorgerino, rispettivamente presidente dell'Associazione Fucecchio - Nogent e consigliera comunale delegata ai gemellaggi - risiedono nella responsabilità di noi genitori, di chi amministra un territorio e di chi lo vive. Sentiamo il bisogno di offrire opportunità di crescita e condivisione, apertura e sviluppo. Ecco la Festa degli uomini e delle donne di domani; ecco la Festa dei guardiani della Terra di domani; ecco i docenti che domani insegneranno ai nostri nipoti; ecco i genitori che avremmo voluto essere in una terra senza differenze di genere o discriminazioni o violenze. È con questo auspicio che vogliamo augurare a tutti Buona Festa dell’Europa!"

Cascina, municipio in blu

Festa dell'Europa, Cascina 2021 (foto da facebook)

"Il nostro municipio diventa azzurro per la festa dell'Europa. La bandiera dell'Unione illumina la notte di Cascina" scrive il sindaco Michelangelo Betti su facebook.

Santa Croce sull'Arno, sindaca Deidda: "Sarebbe bello se in ogni casa, oltre al tricolore, ci fosse la bandiera dell'Europa"

Festa dell'Europa 2021, Santa Croce sull'Arno (foto da facebook)

"Il 9 maggio è una giornata densa di significato, piena di simboli, molto impegnativa.
Da dove si comincia?
Si comincia da qui: dal Giorno dell'Europa, lo #EuropeDay, che si celebra proprio oggi, perché oggi ricorre l'anniversario del celebre discorso di Robert Schuman del 1950. L'allora ministro degli esteri francese espose la sua idea di una nuova forma di cooperazione politica per l'Europa, che avrebbe reso impensabile una guerra tra le nazioni europee.
Il discorso iniziava così: "La pace mondiale non potrà essere salvaguardata se non con sforzi creativi, proporzionali ai pericoli che la minacciano". La seconda guerra mondiale era finita soltanto da cinque anni. Se oggi l'Europa è una terra di pace lo dobbiamo anche a chi l'ha fondata.
Invito tutte e tutti a visitare il sito dell'Unione Europea dedicato al 9 maggio: https://europeday.europa.eu/index_it
Troverete sezioni dedicate a questa giornata e al suo senso. Credo che meriti una visita.

Il Palazzo Comunale di Santa Croce sull'Arno aderisce a questa giornata esponendo alle finestre le bandiere dell'Europa, oltre a quella istituzionale sempre presente. Sarebbe bello se, col tempo, in ogni casa riuscissimo a tenere, insieme alla bandiera italiana, anche quella blu con le dodici stelle gialle. Chi di voi ce l'ha già?
Il 9 maggio è poi una data che molte italiane e molti italiani ricordano con profondo dolore: nel 1978 furono uccisi Aldo Moro dalle Brigate Rosse, a Roma e Peppino Impastato dalla mafia, a Cinisi. Per questo oggi è la Giornata della memoria per le vittime del terrorismo.
Chi conosce poi i Paesi della Ex Unione Sovietica non può dimenticare che in Russia e in circa altri 20 Paesi della cosiddetta Europa Orientale si festeggia la Giornata della Vittoria contro il nazismo, avvenuta ufficialmente nel 1945.
Da dovunque si parta, dovunque si arrivi, credo che sia importante provare a creare percorsi consapevoli, individuali e collettivi. Riflettere sul perché le Istituzioni abbiano stabilito queste giornate ci aiuta a vivere da cittadine e cittadini che non appartengono a un Paese o a un'organizzazione soltanto perché ci sono nati e ci si sono ritrovati, ma anche perché decidono di costruirla, quella comunità grande, forte e pacifica di cui sono fiere e fieri di far parte.
Buona domenica a tutte e tutti. Buon nove maggio!". Così la sindaca di Santa Croce sull'Arno, Giulia Deidda, su facebook.

Pisa, Logge dei Banchi illuminate di Blu

(Qui la notizia)

Il Comune di Reggello illumina il Castello di Sammezzano

Festa dell'Europa 2021, Castello di Sammezzano (foto da facebook)

Il 9 maggio 1950, a seguito della proposta fatta dall'allora ministro degli Esteri francese Robert Schuman, viene considerato il giorno di nascita dell'Unione Europea. Diceva Schuman in un passaggio del suo intervento: "L'Europa non potrà farsi in una sola volta, né sarà costruita tutta insieme; essa sorgerà da realizzazioni concrete che creino anzitutto una solidarietà di fatto".

Proprio pensando a questa ricorrenza il Consiglio Regionale, su iniziativa della Commissione Politiche Europee e Relazioni internazionali, ha deciso di istituire per legge, a partire da quest’anno, la celebrazione in Toscana della “Festa dell’Europa”. In tale occasione è stato deciso di programmare una serie di iniziative, di concerto con le istituzioni della Regione Toscana, Aiccre Toscana e il mondo della scuola, che celebrino i valori della pace, della solidarietà, dell’unità, della coesione, dell’integrazione europea e promuovano la conoscenza delle istituzioni e delle politiche dell’Unione Europea.

Sabato 8 e domenica 9 maggio il Comune di Reggello ha scelto di illuminare il Castello di Sammezzano per celebrare questa importante data, puntando quindi i riflettori su un bene artistico simbolo del nostro territorio e arrivato al secondo posto tra i Luoghi del Cuore FAI.

San Miniato, rocca in blu

Festa dell'Europa 2021, San Miniato

Regione, anche il palazzo del Pegaso si illumina di blu

Il palazzo del Pegaso è stato illuminato con il blu dell’Europa da sabato 8 fino e lo rimarrà fino a martedì 11 maggio, giorno in cui si terrà la seduta solenne. Tantissimi i Comuni della Toscana che hanno risposto positivamente all’iniziativa illuminando le sedi istituzionali o altri edifici significativi. Il Presidente del Consiglio Regionale Antonio Mazzeo è andato all'illuminazione di Cascina per ringraziare, tramite il sindaco Michelangelo Betti, tutti i sindaci dei Comuni toscani che in così grande numero hanno voluto rendere omaggio all'Unione Europea.

Per la seduta solenne di martedì 11 maggio, in collaborazione con l’ufficio scolastico regionale, sono state coinvolte le scuole della Toscana che potranno partecipare in collegamento streaming. La seduta, in programma martedì 11 maggio alle 11, vede in scaletta un video saluto del presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, e gli interventi di Antonio Mazzeo, presidente del Consiglio regionale, Eugenio Giani, presidente della Toscana, e Renaud Dehousse, presidente dell’Istituto universitario europeo.

Aprirà i lavori un video realizzato nello spirito di “accorciare le distanze tra Toscana ed Europa” e con il proposito di offrire un contributo destinato ad accompagnare le varie occasioni istituzionali dell’Assemblea toscana. In questi giorni, sarà lanciata anche una pagina Instagram del Consiglio (#EuropeDay2021, #ToscanaInEuropa).



Tutte le notizie di Toscana

<< Indietro

torna a inizio pagina