Dalla storia al presente, con il Cattaneo la Toscana dei Diritti è a San Miniato

Presentato il progetto che ha portato al sito web Toscanadeidiritti.it dell'istituto tecnico: il Consiglio regionale consegna la Costituzione ai ragazzi


Questa mattina – 7 giugno – all'istituto tecnico “Carlo Cattaneo” di San Miniato è stato presentato il progetto “Toscana dei diritti” che ha avuto come suo risultato finale il sito web www.toscanadeidiritti.it . Il lavoro è stato svolto nella seconda parte dell'anno 2020/21 e ha coinvolto un team multidisciplinare composto da numerosi docenti e studenti del percorso Turismo.

I ragazzi sono Melissa Maio,‌ ‌Diana‌ ‌Ragimova,‌ ‌Andrea‌ ‌Letizia‌ ‌Bertini‌ ‌(classe 3AT), Lorenzo‌ ‌Amore, e ‌Giulia‌ ‌Taddei‌ ‌(classe 4AT), Giorgia‌ ‌Magozzi,‌ ‌Cecilia‌ ‌Lelli, Vittoria‌ ‌Tacchi,‌ ‌Jasmine‌ ‌Marino‌ ‌(classse 3BT), Giulia‌ ‌Lampis,‌ ‌Aurora‌ ‌Vignola, ed ‌Eugenia‌ ‌Antonietti‌ ‌(classe 4BT). I docenti sono invece Grazia‌ ‌Campinoti‌, Roberta‌ ‌Ceccotti‌, Sandro‌ ‌Jurinovich‌, Damiano‌ ‌Andreini‌, Elena‌ ‌Marianelli‌, Katrin‌ ‌Ziegler‌, Maurizio‌ ‌Gronchi‌, Alessandra‌ ‌Menicucci‌, Paolo‌ ‌Redi‌, Marco‌ ‌Tremori‌ ‌e Mila‌ ‌Nuti.

"Il nostro istituto – spiega il dirigente scolastico del “Cattaneo”, Alessandro Frosini – ha partecipato al bando regionale per progetti dedicati alla Festa della Toscana 2021, che quest’anno ha come tema La Toscana terra di libertà: dall’abolizione della pena di morte ai nuovi diritti. Il progetto da noi proposto consiste nella costruzione in un sito web e di un podcast dedicati appunto al tema della Festa. Il progetto è risultato vincitore, insieme a altre sette scuole toscane fra cui un solo Istituto superiore".

Il lavoro ha portato i ragazzi a confrontarsi su tre macrotemi: il diritto alla bellezza, che nasce dall'esigenza per gli studenti di poter avere accesso gratuito ai beni culturali del nostro territorio quali musei e chiese, partendo dal patto di famiglia di Anna Maria Luisa dei Medici stipulato nel 1737; il diritto all'educazione affettiva, affinché gli studenti possano sviluppare le loro capacità sociali, imparino a riconoscere e verbalizzare le loro emozioni, a controllare, a prevenire, e risolvere i conflitti; infine il diritto all'identità di genere, affinché entrino in circolo le informazioni sul significato di questa locuzione, sui pregiudizi e le discriminazioni, ma anche sulla bellezza e la libertà. Per approfondire sono state realizzate varie interviste tra cui all'assessora regionale all'Istruzione della Regione Toscana, Alessandra Nardini, alla professoressa Emanuela Ferretti dell'Università degli Studi di Firenze, a Nadira del consultorio transgender di Torre del Lago e ad Alessandra Rando dirigente dell'istituto “Cerboni” di Portoferraio, oltre a una “impossibile” con la stessa Anna Maria Luisa dei Medici, ricostruita dai ragazzi stessi.

Nel sito www.toscanadeidiritti.it sono presenti documenti a cura dei ragazzi, video e podcast prodotti nel corso degli ultimi mesi e che resteranno di pubblico dominio proprio per dare un contributo significativo alla discussione sui temi scelti per il progetto. Il presidente del consiglio regionale della Toscana, Antonio Mazzeo, oltre ad aver presenziato alla presentazione pubblica del progetto ha curato anche una sua prefazione pubblicata sulla home page del sito.

Mazzeo ai ragazzi: "Stimolate la politica e non voltate mai la testa dall’altra parte"

Questa mattina al Cattaneo, nell'occasione della presentazione del progetto "Toscana dei diritti", i giovani studenti hanno ricevuto una copia della carta costituzionale. Nell’ambito dell’iniziativa ‘La Costituzione nelle scuole’ il presidente dell’Assemblea regionale ha consegnato il volume, edito dal Consiglio regionale, che raccoglie il testo della Costituzione e quello dello Statuto della Regione Toscana ai maturandi dell’Istituto Tecnico Cattaneo e a quelli del Liceo Scientifico Marconi.

Una giornata emozionante anche per il presidente Mazzeo: “L’esperienza più bella da quando sono diventato presidente del Consiglio regionale è stata proprio questa: la contaminazione con i ragazzi più giovani, e regalare loro la Costituzione e lo Statuto della nostra Regione come uno strumento da portare nella propria cassetta degli attrezzi, nella nuova vita che andranno a vivere. Ho detto ai ragazzi di non essere mai indifferenti, di non voltarsi mai dall’altra parte, di avere coraggio, di stimolare la politica, di stimolare le istituzioni a combattere in prima linea sul tema dei diritti”.

Oggi al Cattaneo - ha aggiunto Mazzeo - ho salutato anche i ragazzi che hanno realizzato, all’interno della Festa della Toscana, un portale per raccontare e rappresentare il tema dei diritti e per stimolarci proprio su questo. La Toscana è la prima Regione che ha abolito la pena di morte e anche la prima Regione che ha fatto una norma per dare più diritti ai rider. La nostra Costituzione è fatta di diritti e di doveri, quei diritti e quei doveri che i ragazzi devono portare sempre con loro, ora che usciranno dal mondo ovattato della scuola e inizieranno il percorso di lavoro o universitario. Quindi un grande in bocca al lupo a chi nei prossimi giorni andrà ad effettuare l’esame di maturità. Noi gli abbiamo permesso in questi giorni di potersi vaccinare.
E’ un modo di dare speranza, è un modo di guardare al futuro con ottimismo”.



Tutte le notizie di San Miniato

<< Indietro

torna a inizio pagina