Yoga all'aperto in piazza Santa Croce per la giornata internazionale

L'appuntamento è per le 18 di domani in piazza Santa Croce per una grande lezione all'aperto di yoga. Firenze celebra la VII Giornata Internazionale dello Yoga, il cosiddetto Yoga Day. In Italia gli eventi tornano almeno parzialmente dal vivo dopo la 'pausa' forzata dell'anno scorso dovuta alle restrizioni per la pandemia. Quest’anno si torna in piazza con i tappetini mantenendo le distanze e riducendo i numeri dei praticanti.

Tutti gli eventi sono gratuiti: quest’anno sono stati dunque organizzati con un modello misto fatto di lezioni di yoga, meditazione e conferenze online e sessioni aperte in presenza della consueta pratica yoga basata sul Common Yoga Protocol, ospitate a Firenze, appunto, ma anche a Roma e San Marino.

L’11 dicembre 2014, i 193 membri dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite hanno approvato la proposta, con un consenso record di 177 paesi divenuti co-promotori della risoluzione, inclusa l’Italia, dichiarando così il 21 giugno, giorno del Solstizio d’Estate, Giornata Internazionale dello Yoga. Da quel momento, l’Idy è stata celebrata annualmente da tutti gli Stati membri delle Nazioni Unite. Fin da quel dicembre 2014, l’Italia si è unita alle celebrazioni e centinaia di partecipanti hanno festeggiato il 21 giugno.

L'appuntamento di domani, organizzato dall’Ambasciata dell’India a Roma in collaborazione con il Comune, aprirà le celebrazioni del 2021.

“Lo yoga, simbolo della ricchezza culturale dell’India, non è solo esercizio fisico o fitness, ma è migliorare il proprio stile di vita, la riscoperta del senso di unità e di armonia con se stessi - ha sottolineato l'assessore allo sport e alle politiche giovanili Cosimo Guccione – la Giornata Internazionale dello Yoga lancia un messaggio molto semplice: lo yoga è per tutti”.

Per partecipare è richiesta la registrazione al link: https://forms.gle/gkBJK9CXQkug7AzK8

La lezione è gratuita, durerà circa un'ora ed è consigliato un abbigliamento comodo, portare il tappetino e venire con il dovuto anticipo per permettere l'organizzazione e la gestione dell'evento secondo le norme del distanziamento.

Fonte: Comune di Firenze - Ufficio stampa



Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro

torna a inizio pagina