"Si parla ancora di Indro a 20 anni dalla morte". Travaglio arriva a Fucecchio

Giovedì prossimo, 22 luglio, a vent'anni esatti dalla scomparsa di Indro Montanelli, sarà presentato a Fucecchio il libro a lui dedicato, scritto da Marco Travaglio per l’editore Rizzoli: Indro. Il Novecento. Racconti e immagini di una vita straordinaria. Titolo che esprime efficacemente il significato di questo volume in cui la vicenda biografica di Montanelli si intreccia con la storia del secolo di cui è stato l’indiscutibile testimone, a iniziare dagli anni Trenta fino alla svolta del nuovo Millennio (Montanelli, nato a Fucecchio il 22 aprile del 1909 morì a Milano il 22 luglio del 2001).

Si tratta di un libro fotografico, nel quale le immagini in parte inedite e di grande qualità si accompagnano a una serie di testi di Travaglio e dello stesso Indro. L'autore ha infatti scandito la biografia montanelliana in decenni offrendone, in ciascun capitolo, prima una sintesi dei momenti più significativi nel contesto delle principali vicende italiane e successivamente introducendo un’ampia scelta di brani tratti da opere del giornalista fucecchiese: articoli da quotidiani e periodici, passi estratti da libri, fulminanti “Controcorrente”, perfino sapidi epitaffi raccontano personaggi e momenti cruciali della vita politica e del costume italiano del secolo scorso.

La presentazione avrà luogo alle ore 21,15 con la presenza di Marco Travaglio e del giornalista Paolo Ermini. Modererà Alberto Malvolti, presidente della Fondazione Montanelli Bassi. Appuntamento nel centro storico di Fucecchio, sul Poggio Salamartano, all'aperto e in ottemperanza delle norme vigenti in materia sanitaria. In caso di maltempo, l'incontro sarà trasferito al coperto in un ambiente adiacente. Poiché i posti disponibili sono limitati si consiglia vivamente la prenotazione presso la Fondazione Montanelli Bassi (info@fondazionemontanelli.it; 3281289087).

Il sindaco di Fucecchio, Alessio Spinelli, ha dichiarato: "A 20 anni esatti dalla sua morte si continua a parlare e a scrivere del nostro concittadino più illustre, di Indro Montanelli. E' questa la riprova che quanto fatto da lui per il mondo del giornalismo, con la sua capacità unica di interpretare i fatti del '900 e raccontarli in maniera chiara, con la tipica schiettezza toscana, è stato talmente incisivo che l'eco continua a risuonare anche nel nuovo millennio".

Fonte: Comune di Fucecchio - Ufficio stampa



Tutte le notizie di Fucecchio

<< Indietro

torna a inizio pagina