Bobo Rondelli a Montopoli, la Torre di San Matteo si illumina per Musicastrada

Musica al tramonto in luoghi autentici della Toscana. Da oltre vent’anni è questa la formula magica che segna il grande successo della rassegna Musicastrada. Montopoli e la sua torre di San Matteo saranno il
palcoscenico di una tappa importante del cartellone 2021. L’appuntamento è per domenica 25 luglio alle 19.45 con il cantautore livornese Bobo Rondelli e la possibilità di gustare i prodotti tipici del borgo con
una cena itinerante organizzata grazie alla collaborazione con il Centro Commerciale Naturale, prima dell’inizio del concerto.

"Siamo molto felici di ospitare questo evento – hanno detto il sindaco Giovanni Capecchi insieme all’assessora Cristina Scali con deleghe al turismo e alla cultura –. La musica torna protagonista in uno degli scenari più belli che Montopoli possa offrire. Invitiamo tutti non solo a seguire il concerto, ma ad arrivare un po’ prima e magari approfittare del tempo a disposizione per gustarsi la cena itinerante organizzata dai nostri commercianti".

Bobo ritorna sulle scene con un nuovo album, Cuore libero, a distanza di 4 anni dal precedente Anime Storte. Le 12 canzoni che compongono l’album sono nate durante questo periodo assurdo. Un viaggio intimo e profondo dentro ai pensieri e ai ricordi di Bobo dove il tema ricorrente è l’amore, il perdono, lo spazio e l’intero universo. Cuore Libero è stato registrato da Davide Fatemi, dietro ai suoni di Bobo da parecchi anni, a casa Rondelli, dove Bobo è cresciuto e ha sempre vissuto, in modo da ricreare la natura acustica e leggera che pervade l’intero lavoro.

Insieme a Bobo, in tutti i brani, si trovano il piano e gli arrangiamenti orchestrali di Claudio Laucci, coautore delle musiche, e sparsi in qua e la interventi degli amici di sempre Stive Lunardi, Valerio
Fantozzi e Simone Padovani insieme a nuove scoperte come Jole Canelli ai cori e le chitarre di Leonardo Marcucci.

A Montopoli Bobo porterà in scena tutte le nuove canzoni, contenute in Cuore Libero, e i vecchi “ciuchi di battaglia” come lui ama definire le canzoni più amate dal pubblico. Sul palco, al suo fianco, Claudio Laucci al pianoforte e tastiere. Un duo che conduce gli spettatori, per più di un’ora e mezzo, in una dimensione parallela, fatta di risate e pianti, di urla e sussurri.

Fonte: Comune di Montopoli in Val d'Arno



Tutte le notizie di Montopoli in Val d'Arno

<< Indietro

torna a inizio pagina