Rialzo contagi, il 40% ha meno di 20 anni: Figliuolo e Giani fanno appello ai giovani

Eugenio Giani (foto gonews.it)

Continuano purtroppo a salire i contagi da Covid-19. Nelle ultime settimane i bollettini regionali hanno presentato, di giorno in giorno, un innalzamento: solo da ieri a oggi, la differenza è di circa 200 casi in più.

Nel bollettino odierno sono 505 i casi registrati in Toscana, numero che riporta ai livelli del maggio scorso. L'ultima volta che i casi avevano superato quota 500 era stato il 20 maggio (Qui il bollettino completo).

In vista di questa nuova crescita e anche dell'abbassamento dell'età dei nuovi positivi, il commissario per l'emergenza Francesco Figliuolo ha chiesto alle Regioni di dare priorità alla vaccinazione degli studenti. Sempre nel bollettino di oggi, infatti, l'età media dei 505 nuovi positivi è di 31 anni circa: di questi il 40% ha meno di 20 anni e il 30% ha tra 20 e 39 anni.

"Condivido l'appello del generale Figliuolo a vaccinarsi - ha detto il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani - finora ci siamo concentrati sugli over 60, ma ha ragione, bisogna che si vaccinino anche i giovani perché se andiamo a vedere l'età media dei contagiati vediamo quanto si è paurosamente abbassata e quanto coinvolga sempre più giovani". L'appello del presidente Giani prosegue dunque verso i ragazzi, perché facciano la prenotazione sul portale, anche per "consentirci la programmazione di vaccini che non sono illimitati, anzi", prosegue, rivolgendosi adesso al generale Figliuolo: "ci mandi più vaccini perché in una situazione in cui noi chiediamo alla gente di vaccinarsi, non possiamo dargli una prenotazione da qui a un mese".

Riguardo al superamento odierno della soglia dei 500, il presidente Giani si definisce preoccupato, ma che comunque accanto al considerevole numero dei contagi, le terapie intensive restano inalterate: "Questa mattina né nuovi ingressi, né dimissioni, né deceduti, e meno due sul piano dei ricoveri". Un andamento del virus particolare, prosegue ancora il presidente della Regione a margine di una conferenza oggi a Firenze, perché con l'aumento dei contagi, contemporaneamente, non c'è "nessun appesantimento sugli ospedali, né da un punto di vista dei ricoveri, né delle terapie intensive. Speriamo che nei prossimi giorni si possa stabilizzare l'andamento dei contagi e mantenere questo livello che non vede elementi di preoccupazione sul piano delle strutture ospedaliere". Riguardo alle riaperture, Giani ne ha infine sottolineata l'importanza per gli operatori economici, aggiungendo anche però che se l'aumento dei contagi proseguirà saranno attuati restringimenti: proprio in giornata la Regione avrà un incontro con il Governo per definire le caratteristiche del green pass.



Tutte le notizie di Toscana

<< Indietro

torna a inizio pagina