Prima vaccino poi caffè al bar, Fosdinovo combatte la bassa adesione ai vaccini

Nel comune, che conta 4.700 abitanti, si vuole evitare la maglia nera della Toscana per numero di vaccinati: venerdì 10, vaccinazioni straordinarie in paese più caffè al bar


Dopo il vaccino un caffè, in relax seduti comodi al bar. A Fosdinovo, un comune di quasi 5mila abitanti in provincia di Massa Carrara, la campagna vaccinale non ha raggiunto grandi picchi di adesione, e si pensa a come porre rimedio. Il paese infatti, secondo i dati della Asl dall'avvio delle vaccinazioni, risulta penultimo tra i comuni toscani e ultimo tra i territori apuani.

Per questo, e dunque per invitare i cittadini a sottoporsi al vaccino, la sindaca Camilla Bianchi ha deciso di promuovere una giornata di vaccinazioni straordinarie che si svolgerà a Fosdinovo venerdì 10 settembre. Come spiegato da Bianchi, nel paese non c'è mai stato un centro vaccini e dunque i cittadini dovevano spostarsi ad Aulla o all'hub di Marina di Carrara per vaccinarsi.

Venerdì invece, gli abitanti potranno comodamente sottoporsi alla somministrazione anti Covid nel proprio distretto sanitario. "Io e la mia assessora alla Sanità Paola Galiati li aspetteremo al bar, per offrirgli una consumazione e fare due chiacchiere".

Nel comune, che conta 4.700 abitanti, la sindaca vuole evitare la maglia nera della Toscana per numero di vaccinati. Appuntamento così per venerdì 10, con il vaccino direttamente nel territorio comunale più il caffè al bar.



Tutte le notizie di Fosdinovo

<< Indietro

torna a inizio pagina