Terza dose, Giani: "Toscana prontissima. Chi non è vaccinato impari dai più giovani"

Eugenio Giani (foto gonews.it)

Per la terza dose di vaccini "la Toscana è prontissima, giusto che si proceda alla vaccinazione che riabilita un'immunizzazione maggiore dopo molti mesi dalla prima e seconda dose".

Così il presidente della Regione Eugenio Giani riporta le parole del colloquio avuto con il ministro della Salute Roberto Speranza, a margine di una conferenza a Firenze. "E' proprio di questi giorni la notizia di una rsa che ha riscontrato una debole positività per una ventina di pazienti, questo significa che si sta arrivando a veder calare il livello di vaccinazione per chi si è vaccinato 7-8 mesi fa", spiega Giani. Il caso a cui fa riferimento, anche se non nominato esplicitamente, potrebbe essere quello della residenza Meacci di Santa Croce sull'Arno.

Terza dose in Toscana, quando?

Giani ancora non ha una data precisa: "La campagna avrà una maggiore gradualità. Pensiamo a un'organizzazione a partire dal mese di ottobre con somministrazioni fatte con capillarità che faranno riferimento principalmente ai presidi toscani".

Per chi invece non è ancora vaccinato, Giani afferma: "Sono francamente perplesso che proprio nelle fasce d'eta fra i 60 e 79 anni, dove il virus può creare più problemi, ci sia la maggiore resistenza". "Io dico 'imparino dai giovani' perché stanno dando dimostrazione di maturità".



Tutte le notizie di Toscana

<< Indietro

torna a inizio pagina