Bomba di Capodanno, condannati in primo grado 17 anarchici per proteste non autorizzate

Sono stati condannati dal tribunale di Firenze, in primo grado, i 17 anarchici che avevano protestato senza autorizzazione durante alcune udienze del processo sulla bomba di capodanno che ferì l'artificiere della polizia di Mario Vece davanti a una libreria riconducibile a CasaPound nel capoluogo toscano. Sono invece otto le persone assolte. Per due militanti di area anarchica le pene più severe, una a 3 anni e una a 2 anni e 4 mesi. Entrambi sarebbero anche accusati di essere gli autori di scritte contro l'artificiere. Dovranno anche pagare un provvisionale a titolo di risarcimento dal valore di 10mila euro ciascuno a favore di Vece. Un altro militante è stato condannato a 1 anno e un mese, mentre le altre pene vanno da  1 mese e 10 giorni a 2 mesi di arresto. Le accusa a vario titolo sono diffamazione, istigazione a delinquere, oltraggio a pubblico ufficiale e imbrattamento.

 

 



Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro

torna a inizio pagina