Spot contro il bullismo realizzato dagli studenti di Cerreto Guidi: stasera la proiezione

Stasera, alle ore 21.30, nello spazio all’aperto davanti alle scalinate della Villa Medicea, si terrà la presentazione dello spot contro il bullismo realizzato dalle classi seconde della Scuola Secondaria I grado di Cerreto Guidi.

Durante la serata si terrà un collegamento in diretta con l’avvocato Marisa Maraffino, esperta di casi di bullismo, che ha partecipato al progetto e incontrato i ragazzi durante lo scorso anno scolastico. L’evento è inserito nelle iniziative del Settembre Cerretese su richiesta del Consiglio Parrocchiale e di Don Alessandro Locatelli, parroco di Cerreto Guidi.
Il progetto fa parte del percorso didattico interdisciplinare di educazione civica relativo a due dei temi indicati dal ministero, costituzione e cittadinanza digitale, che è stato inserito nel pof dello scorso anno scolastico. Il lavoro delle seconde, che sarà presentato stasera, si pone come obiettivo principale quello di promuovere la consapevolezza dell'intera comunità educativa di fronte alle situazioni di violenza e prevaricazione in ambito scolastico e si sviluppa su itinerari che portano gli alunni a RICONOSCERE IL BULLISMO e a IMPARARE A COMBATTERLO. Sono state affrontate le caratteristiche distintive delle più note tipologie: bullismo fisico, bullismo sociale, cyberbullismo, bullismo psicologico, analizzate situazioni di prevaricazione distinguendo tra violenza e bullismo, i ruoli dei bulli, degli amici, del branco, della vittima e degli spettatori neutrali.

Per imparare a contrastare il fenomeno del bullismo i ragazzi hanno osservato e si sono confrontati su episodi, reali o simulati, di comportamenti cooperativi con figure di fiducia e di supporto alla difesa dal bullo o dal branco. Uno degli obiettivi è stato promuovere comportamenti cooperativi tra i ragazzi, imparare a individuare figure potenzialmente alleate, cercare supporto nei pari e coinvolgere gli spettatori neutrali.

Gli incontri si sono svolti online nel periodo dell’emergenza sanitaria, sono stati coordinati da Alessandro Gallo, scrittore, attore e formatore per docenti e alunni sul tema dei diritti e della lotta a ogni forma di prevaricazione.

Durante gli incontri sono stati visionati alcuni filmati, sono state fatte video-lezioni sui temi affrontati con testimoni di lotta al bullismo. Uno dei testimoni, che ha partecipato al progetto e che interverrà anche stasera, è l’avvocato Marisa Maraffino che si occupa di casi di bullismo. Il suo intervento è particolarmente rilevante, perché spesso siamo portati a minimizzare le conseguenze anche penali di certi comportamenti e la testimonianza di chi lavora direttamente sul campo aiuta a comprendere il fenomeno in modo più chiaro.

Nel laboratorio di scrittura creativa tenuto dai docenti e coordinato da Alessandro Gallo i ragazzi hanno selezionato alcune parole chiave del fenomeno del bullismo, scritto testi e costruito uno spot,

Il progetto ha permesso di coinvolgere in presenza i ragazzi nella realizzazione dello spot per combattere il bullismo nel rispetto delle normative covid e, soprattutto, è stato un modo per realizzare qualcosa che potesse lasciare traccia anche in un anno come quello appena trascorso in cui la scuola ha dovuto accantonare tutti i progetti non rispondenti alle regole imposte dall’emergenza sanitaria.

In questi primi giorni di settembre i ragazzi si sono trovati a scuola con i loro insegnanti per ripercorrere le fasi principali del progetto e selezionare i temi da presentare nella serata di stasera aperta al pubblico.
Il progetto è stato finanziato dal contributo concesso dal comune di Cerreto Guidi per la realizzazione del pof.

Fonte: Ufficio Stampa



Tutte le notizie di Cerreto Guidi

<< Indietro

torna a inizio pagina