Gli atleti olimpici senesi fanno squadra contro il Covid. Bettiol, Betti, Siragusa e Volpi: "Vacciniamoci"

Alberto Bettiol, Matteo Betti, Irene Siragusa, Alice Volpi. Quattro atleti olimpici legati al territorio senese, protagonisti a Tokyo 2020, fanno squadra per lanciare un appello alla vaccinazione anti-Covid, come strumento essenziale per tornare a vivere e fare sport in sicurezza. L’occasione per unire i valori universali dello sport con il senso civico e lo spirito di solidarietà che sostengono la campagna vaccinale diffusa, aperta ormai a tutte le fasce d’età con accesso libero in tutti i centri dell’Asl Toscana sud est.

Il video con i loro appelli è pubblicato da oggi sui canali social dell’Asl ed è prevista la presenza ai centri vaccinali di questi sportivi che hanno portato il nome di Siena nelle strade, piste, pedane di tutto il mondo, per dimostrare la loro vicinanza allo sforzo del sistema sanitario. Alberto Bettiol ha preso parte alla corsa su strada e alla cronometro di ciclismo alle Olimpiadi di Tokyo; Matteo Betti ha sfiorato il podio nel fioretto maschile alla Paralimpiadi; Irene Siragusa ha fatto parte della staffetta 4x100 che ha stabilito proprio sulla pista olimpica di Tokyo il record italiano; Alice Volpi è tornata dalle Olimpiadi con la medaglia di bronzo conquistata nel fioretto a squadre ed è stata a un passo dal podio nella competizione individuale.

“L’Asl Toscana sud est – afferma il direttore generale Antonio D’Urso – ringrazia gli atleti olimpici senesi per la sensibilità mostrata nel sostenere la campagna vaccinale anti-Covid, un passaggio decisivo nel contrasto alla pandemia su cui siamo tutti impegnati da molti mesi. Da questi giovani, che portano in tutto il mondo i valori della sana competizione sportiva, arriva un messaggio di speranza e voglia di tornare a fare le cose di tutti i giorni in piena sicurezza, che tutti devono cogliere”.

“Questi grandi atleti sono l’immagine più bella dello sport che incontra la società civile in un momento di impegno così forte contro la pandemia che sta condizionando le nostre vite da un anno e mezzo – osserva Simona Dei, direttore sanitario dell’Asl Toscana sud est –. I loro appelli traducono in parole le speranze di tutti noi: tornare a una vita senza restrizioni. Ma per fare questo è necessario ancora uno sforzo, in primo luogo per estendere il più possibile la vaccinazione e coinvolgere chi ancora per qualsiasi motivo non ha aderito alla campagna. E l’Asl Toscana sud est è felice di poter fare squadra insieme ad Alberto, Matteo, Irene, Alice nella sfida al Covid-19”.

Martedì 14 settembre, alle 15, Alberto Bettiol e Irene Siragusa porteranno la loro testimonianza al centro vaccinale del Bernino, a Poggibonsi, dove incontreranno gli operatori sanitari e i cittadini presenti alla seduta.

Fonte: Ausl Toscana Sud Est



Tutte le notizie di Siena

<< Indietro

torna a inizio pagina