Nardella annuncia: "Su bancarelle Firenze solo prodotti italiani". Si lavora alla legge

Dario Nardella

"Le bancarelle dei mercatini turistici non avranno più cianfrusaglie o prodotti fatti in Cina o in altri Paesi ma avranno la filiera dell'artigianato toscano e italiano. Sarà il primo caso d'Italia, rivoluzionario". Così Dario Nardella, sindaco di Firenze, in occasione dell'apertura della 27ma edizione di 'Artigianato e Palazzo'.

Il sindaco entra anche nel dettaglio del progetto che l'Amministrazione starebbe portando avanti da tempo. A livello giuridico "abbiamo studiato con grande attenzione, siamo abituati a questo tipo di battaglie e spesso i ricorsi li abbiamo vinti. Abbiamo vinto ad esempio quello sullo stop ai fast food o quello sulle nuove regole per i mini market. Ormai abbiamo una certa esperienza, siamo fiduciosi che andrà bene, vogliamo essere un laboratorio nazionale per la promozione delle tradizioni e dei valori nel mondo del commercio che si è troppo squalificato e si è troppo snaturato. I fiorentini e i cittadini di tutto il mondo quando vengono a Firenze nei mercati turistici devono trovare i prodotti dei nostri artigiani, su questo non facciamo un passo indietro".



Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro

torna a inizio pagina