Nardini a Cerreto Guidi, visita a scuola primaria e Biblioteca

Parole di apprezzamento dell’assessore regionale all’Istruzione Alessandra Nardini in visita a Cerreto Guidi nella mattinata di oggi. All’incontro ha preso parte anche il consigliere regionale Enrico Sostegni.

L’assessore che è stato ricevuto dal Sindaco Simona Rossetti e dalla giunta comunale, ha prima visitato la nuova Scuola Primaria inaugurata lo scorso anno e giunta a compimento attraverso una realizzazione in due lotti funzionali con un investimento di 3 milioni di euro. La Regione Toscana ha contribuito in maniera importante con un finanziamento di 400mila euro.

In un secondo momento l’assessore regionale ha fatto tappa presso il Centro Culturale “Santi Saccenti” dove è ospitata la Biblioteca inaugurata pochi mesi fa. I lavori per un importo di 850.000 euro hanno permesso di mettere l’edificio in sicurezza con una parziale demolizione per procedere poi a un migliore adeguamento della struttura con la creazione di bellissimi locali per la biblioteca oltre che per una panoramica terrazza. Realizzata inoltre con il bando “Spazi attivi” anche una caffetteria.

“Sono contenta che l’assessore Alessandra Nardini sia venuta a Cerreto Guidi per vedere la nuova e innovativa scuola e la riqualificazione della biblioteca - ha dichiarato il Sindaco Simona Rossetti-sono orgogliosa che l’assessore abbia fatto questa visita e abbia visto un po’ di Cerreto tenendo aperta quella linea di collegamento con la Regione avviata da tempo e che proseguirà in futuro”.

L’assessore regionale apprezzando quanto fatto a Cerreto Guidi, ha posto l’attenzione sull’impegno profuso dalla Regione, evidenziando il buon andamento di questo inizio di anno scolastico.

“Siamo complessivamente soddisfatti di questi primi giorni – dichiara l’assessora all’istruzione della Regione Toscana Alessandra Nardini - il bilancio di questo inizio dell’anno scolastico è positivo e sul piano generale il sistema ha funzionato. Ovviamente continueremo a monitorare e a provare a risolvere eventuali criticità. Siamo orgogliosi e felici di vedere bambine e bambini, ragazze e ragazzi, tornare tra i banchi di scuola sorridenti, un’emozione straordinaria ed il regalo più bello.

Questi due anni di pandemia sono stati complessi per tutti, ma per il mondo della scuola sono stati davvero una prova durissima. Abbiamo messo l’istruzione al centro delle nostre priorità e ci siamo impegnati tutti insieme, con un grande lavoro di squadra, per far tornare le studentesse e gli studenti in presenza e in sicurezza. La didattica a distanza, che è stata necessaria per limitare i contagi, non può sostituire nel lungo periodo la didattica in presenza: per le giovani generazioni la socialità è parte integrante del percorso di crescita.

Voglio ringraziare l’Ufficio scolastico regionale, gli assessorati alla sanità e ai trasporti, Anci e Upi, perché se è stato possibile tornare a fare lezione in presenza lo dobbiamo al lavoro del Cantiere scuola e all’impegno prezioso dei prefetti. Questo lavoro è il segno di una Toscana che ha messo al centro i bisogni delle bambine e dei bambini, delle ragazze e dei ragazzi. Siamo da sempre una terra di diritti e di uguaglianza e abbiamo sempre cercato sin dagli inizi di questa pandemia di garantire e tenere insieme il diritto all’istruzione e il diritto alla salute”.

Fonte: Comune di Cerreto Guidi - Ufficio stampa



Tutte le notizie di Cerreto Guidi

<< Indietro

torna a inizio pagina