Vino, al via il primo master digitale: tra le menti lo staffolese Stefano Quaglierini

(foto da Instagram)

Arriva Digital Wine Master, creato dal divulgatore Quaglierini assieme a Emanuele Trono: saranno docenti assieme a nomi noti del mondo del vino


Non hanno ancora trent'anni e diventano docenti, spiegando i trucchi del vino. Uno è Emanuele Trono, 29enne di origini piemontesi, l'altro è il toscanissimo Stefano Quaglierini, 26enne originario di Staffoli (Santa Croce sull'Arno. Trono è famoso sui social come fondatore di Enoblogger, mentre Quaglierini è la mente dietro a Italian Wines.

Lo staffolese è uno degli influencer più famosi nel mondo del vino. Divulgatore enologico, ha migliaia di follower sia su Facebook che su Instagram e ha dato da poco il via alla collaborazione col collega Trono. Da oggi, venerdì 15 ottobre, partono le iscrizioni per 'Digital Wine Master', il primo master digitale dedicato al mondo del vino. Inizierà ufficialmente il 17 novembre, avrà un massimo di cento iscritti, costa 499 euro ed è aperto a chiunque, professionisti o neofiti.

Il percorso consta di una lezione a settimana per cinque mesi è stato pensato come un momento di scoperta e approfondimento non solo per gli appassionati, ma anche per i professionisti: i corsi, dal Wine Marketing, all’Export Management, saranno infatti condotti da esperti di vino e da figure importanti del settore. Camilla Lunelli di Ferrari Trento, Andrea Farinetti di Fontanafredda, Giampiero Bertolini, ad di Biondi Santi, Davide D’Alterio, sommelier di Enoteca Pinchiorri, sono solo alcuni dei nomi presenti in Digital Wine Master (che ha anche un profilo Instagram). Oltre a Quaglierini e Trono sono 14 i docenti per 18 lezioni da due ore l'una.

Tenute completamente online su una piattaforma creata ad hoc, le lezioni saranno in diretta e registrate affinché i partecipanti possano accedere ai corsi on demand in qualsiasi momento tramite le credenziali personali. Gli iscritti al Digital Wine Master avranno inoltre accesso a tutti gli eventi esclusivi che i fondatori organizzeranno insieme alle aziende sostenitrici del master: così si crea una rete di conoscenze e si entra nella community enologica.

“Il Digital Wine Master è per noi un sogno che si avvera: dare la possibilità e gli strumenti ai ragazzi che ci seguono da anni di imparare dai migliori professionisti ci riempie di gioia. Vogliamo creare un network che sia utile per le loro future carriere lavorative. Ogni lezione offrirà un metodo e un approccio totalmente nuovo, contemporaneo e pragmatico alla materia, con case studies reali con i quali confrontarsi” è il commento di Quaglierini e Trono.

“Il mondo del vino ha compreso con un certo ritardo, rispetto ad altri settori, l’importanza della comunicazione. È importante ora che sappia cogliere rapidamente le straordinarie opportunità offerte dal digitale. Ho quindi accolto con entusiasmo l’iniziativa di Emanuele e Stefano e sono lieta di dare il mio contributo al Digital Wine Master, condividendo esperienze e visione del Gruppo Lunelli”, commenta Camilla Lunelli, direttrice della comunicazione e dei rapporti esterni del gruppo Lunelli.

Le fa eco Andrea Farinetti, proprietario di Fontanafredda: "Il mondo cambia e dobbiamo farlo anche noi. Necessitiamo quindi di strumenti innovativi e il Digital Wine Master per me è una nuova chiave di lettura che riuscirà a portare una diversa sensibilità sul mondo del vino contemporaneo".



Tutte le notizie di Santa Croce sull'Arno

<< Indietro

torna a inizio pagina