"Mai più fascismi", anche la Toscana scende in piazza a Roma con i sindacati

Presidio Cgil a Roma (Foto Facebook Filcams Cgil Roma Lazio)

Domani, sabato 16 ottobre, a Roma si terrà "Mai più fascismi", la manifestazione convocata da Cgil, Cisl e Uil in piazza San Giovanni, indetta dopo l'assalto alla sede nazionale della Cgil di sabato scorso. Sarà presente anche la Toscana con migliaia di cittadini che raggiungeranno la capitale in pullman, organizzati dai sindacati toscani Cgil, Cisl e Uil.

Alla manifestazione nazionale antifascista parteciperà anche l'assessora al lavoro e alla cultura della memoria Alessandra Nardini. Con lei in piazza ci sarà anche il gonfalone della Regione Toscana.

"E’ doveroso esserci", afferma l’assessora Nardini. "Le intimidazioni e le aggressioni alle organizzazioni sindacali, che in questa settimana hanno purtroppo riguardato anche il nostro territorio (la notizia delle minacce al segretario Fim-Cisl Toscana) – prosegue - sono inaccettabili e pericolose, i sindacati svolgono un ruolo fondamentale per la nostra democrazia e per i diritti delle lavoratrici e dei lavoratori e quindi vanno respinte con chiarezza e fermezza. Sarò a Roma per rappresentare la Toscana, terra di diritti, uguaglianza e democrazia e sono molto felice che in piazza saranno con noi anche delegazioni di numerosi Comuni toscani. Io ci sarò con l'orgoglio di rappresentare una Regione che ha nel proprio gonfalone il Pegaso alato che fu del Comitato Toscano di Liberazione Nazionale: la Toscana affonda le proprio radici nei valori dell'antifascismo e della Resistenza, non c'è spazio per rigurgiti nazifascisti".

"In questa occasione – conclude Nardini - ribadisco quanto ho già avuto modo di esprimere nei giorni scorsi: le organizzazioni neofasciste e neonaziste sono contrarie ai principi della nostra Costituzione e vanno sciolte. Gli atti di stampo squadrista, a cui abbiamo assistito richiamano alla mente le stagioni più buie e vergognose della storia recente e meritano una dura condanna. Allo stesso tempo, aggiungo che contro i pericoli di rigurgiti autoritari sarà necessario rafforzare il nostro impegno per difendere e promuovere la cultura della Memoria, a partire dalle giovani generazioni e quindi dalle scuole".


Pd Toscana: "Andiamo a ribadire i valori della Costituzione"

Ci sarà anche la segreteria regionale del Pd della Toscana domani a Roma, insieme a tanti iscritti e militanti. "Andiamo a ribadire i valori della nostra Costituzione, in una manifestazione pacifica che risponde così, con la forza delle tante persone in piazza, a chi sabato scorso ha assalito la sede della Cgil, un sindacato, uno dei pilastri della nostra democrazia. Respingiamo con forza i rigurgiti fascisti, gli estremisti e i violenti" spiega la segreteria del Pd toscano.

Il sindaco di Prato Matteo Biffoni alla manifestazione di Roma

"Prato sarà presente, così come altri Comuni toscani e la Regione Toscana. Una presenza doverosa perché le intimidazioni e le aggressioni alle organizzazioni sindacali sono un attacco alla democrazia", sottolinea il sindaco. "Attacchi che respingiamo con fermezza, nel nome e a difesa dei principi e dei valori costituzionali".

Anche Legacoop Toscana aderisce alla manifestazione

"Antifascismo, lavoro e democrazia sono valori che ci rappresentano e che in questo momento sono messi alla prova dagli episodi di violenza e minacce cui stiamo assistendo – afferma Roberto Negrini, presidente di Legacoop Toscana – È nostro dovere dunque prendere posizione e riaffermarli con convinzione ogni volta che possiamo, senza sottovalutare i segnali preoccupanti che arrivano da forze che promuovono ideologie antidemocratiche. Per questo domani saremo in piazza a Roma per partecipare alla manifestazione indetta Cgil, Cisl e Uil dopo gli attacchi subiti la scorsa settimana".



Tutte le notizie di Toscana

<< Indietro

pubblicità
torna a inizio pagina