Adozioni bloccate dalla Cina, la famiglia Zangrillo scrive a Mattarella

È rimasto nell'orfanotrofio in Cina a causa del Covid e rapporti diplomatici un po' tesi, ma la sua nuova famiglia non si dà per vinta e vuole il piccolo di 10 anni in Italia al più presto. È la storia dei coniugi Francesco e Monica Zangrillo, e di altre 35 coppie nella loro situazione. La Cina, infatti, ha bloccato le procedure di adozione a seguito dello scoppio della pandemia e al momento non sembra intenzionata a superare l’impasse. Per sboccare la situazione hanno scritto una lettera al presidente Mattarella che ha immediatamente aperto un dialogo con l'ambasciata cinese a Roma.



Tutte le notizie di Cavriglia

<< Indietro

torna a inizio pagina