Ecofurgone a Barberino Tavarnelle: il servizio Alia sul territorio

Viaggia su quattro ruote a disposizione dei cittadini la piccola stazione ecologica itinerante, capace di raggiungere le località anche più decentrate del comune di Barberino Tavarnelle per invitare i cittadini a compiere buone pratiche in tema di rifiuti e differenziare correttamente, con consapevolezza e responsabilità.

La gestione ambientale, finalizzata ad incrementare la raccolta differenziata, si realizza nel comune di Barberino Tavarnelle anche con l'Ecofurgone, un minicentro di raccolta mobile, attrezzato per il conferimento di materiali non conferibili nel normale circuito di raccolta.

Il servizio, gestito da Alia Servizi Ambientali Spa, mette a disposizione un veicolo che permette ai cittadini di conferire rifiuti “particolari” che non possono essere smaltiti attraverso i sistemi di raccolta stradale. L’affluenza dei cittadini è raddoppiata nel 2020 e ha mantenuto un alto livello di gradimento nel 2021.

L’Ecofurgone è a disposizione per accogliere olio vegetale (olio da cucina di cottura e di conservazione), lampade e tubi al neon, vernici in barattolo e bombolette spray, toner e cartucce stampanti, pile e batterie, piccoli elettrodomestici (radio, cellulari, phon, tostapane, utensili elettrici, frullatori, etc.), farmaci scaduti, solventi, pesticidi, acidi.

Il minicentro, presidiato da personale specializzato di Alia Spa, è presente in piazza Mazzini a Barberino Val d’Elsa il terzo giovedì del mese 8.00 - 10.30, in piazza Brandi a Marcialla il terzo giovedì del mese 11.00 - 12.30, in piazza Matteotti (area mercato) a Tavarnelle il quarto giovedì del mese 8.00 - 10.30, in via Giovanni XXIII (zona giardini pubblici) a Sambuca Val di Pesa il quarto giovedì del mese 11.00 - 12.30, in piazza del Pozzo Nuovo a San Donato in Poggio il quarto venerdì del mese 8.00 - 10.30, in piazza Torrigiani a Vico d’Elsa il quarto venerdì del mese 11.00 - 12.30.

La giunta Baroncelli ha avviato un percorso per l’introduzione del porta a porta esteso gradatamente a tutto il comune con l'eliminazione dei cassonetti stradale.

“Il porta a porta è un modello che funziona – dichiara il sindaco David Baroncelli – con questa modalità di conferimento incrementeremo sensibilmente la percentuale di differenziata migliorando altresì la qualità della vita delle nostre comunità, se ci impegniamo a separare correttamente i nostri rifiuti favoriremo lo sviluppo sostenibile di un intero territorio”. L’inserimento del porta a porta è accompagnato da una massiccia attività di informazione che prevede comunicazioni inviate a ciascuna famiglia e programmi di assemblee pubbliche nelle frazioni.

Info QUI.

Fonte: Ufficio stampa associato del Chianti Fiorentino


<< Indietro

torna a inizio pagina