Mostra del Tartufo di San Miniato: tutto quello che c'è da sapere

(foto di Veronica Gentile per gonews.it)

(foto di Veronica Gentile per gonews.it)

Manca pochissimo all'avvio della Mostra Mercato Nazionale del Tartufo Bianco delle Colline Sanminiatesi. Bene essere preparati al grande giorno dell'inagurazione, sabato 13 novembre.

(foto di Veronica Gentile per gonews.it)

Mostra del Tartufo - le domande più frequenti

Quando si terrà la Mostra? I tre weekend di novembre di sabato 13 e domenica 14, sabato 20 e domenica 21, sabato 27 e domenica 28.

L'ingresso è a pagamento? No. Il requisito è quello del green pass per salire sulla navetta, all'interno della Mostra potrebbero esserci controlli a campione in merito al possesso del green pass, in situazioni di assembramenti è consigliata la mascherina anche all'aperto. L'Officina del Tartufo prevede un ingresso a pagamento di 5 euro.

Serve la prenotazione? No. Per pranzare o cenare nei ristoranti del centro è consigliato prenotare vista l'affluenza, sono presenti altri punti ristoro in tutta la mostra.

Dove si svolgono gli eventi in centro? Il perimetro è delimitato dai sette spazi dove poter gustare il tartufo ma non solo, con eccellenze da tutt’Italia: Piazza Dante, Corso Garibaldi, Piazza del Popolo, Loggiati di San Domenico, Loggetta del Fondo, Piazza della Repubblica e Piazza Duomo.

Quali sono i punti ristoro? In piazza Dante, grazie a Le Fornaci, La Ruga e Us Balconevisi, in via Conti 40 col Gruppo Fratres, all’antico refettorio Ss. Annunziata (via Carducci 44), lo Chalet del Movimento Shalom ai giardini Bucalossi, al Ristorante del Tartufo al Circolo Cheli (via Guicciardini) e poi al Conservatorio di Santa Chiara.

Come posso raggiungere la mostra? Per arrivare nel centro storico è obbligatorio prendere l’apposita navetta. Non è infatti possibile salire con mezzi propri. Il centro storico, dove si svolgerà la Mostra Mercato è collegato attraverso bus navetta che, su tre linee, prestano servizio con corse a breve distanza l’una dall’altra.L'accesso agli autobus di linea, turistici e navette sarà consentito da via Erti, via Sanminiatese, Corso Garibaldi e Piazza Dante. Il costo del biglietto è di 2 euro a viaggio.

I capolinea

LINEA 1 (SABATO – DOMENICA)
Via Fontevivo – Piazza Dante
Sabato 10:00 – 23:00 – Domenica 9:00 – 23:00

LINEA 2 (DOMENICA)
Via Pestalozzi (PAM) – Piazza Dante
Dalle 9:00 alle 23:00

LINEA 3 (DOMENICA)
Cimitero S. Lorenzo (La Scala) – Piazza Dante
Dalle 10:00 alle 19:00

(Foto Veronica Gentile)

Il programma (in sintesi) della Mostra del Tartufo

Di seguito un sunto dei principali eventi

L’inaugurazione è prevista per sabato 13 novembre con una serie di iniziative che prenderanno il via alle 10.00 quando verranno presentati gli Ambasciatori del tartufo nel mondo, quattro donne simbolo dell’eccellenza: la professoressa Alessandra Petrucci (rettrice dell’Università di Firenze), Barbara Nappini presidente di Slow Food Italia, Antonella Brancadoro direttrice dell’Associazione nazionale Città del Tartufo, Cristiana Cella responsabile Cisda per i diritti delle donne afghane.

Alle 11.00 un corteo storico sfilerà per le vie della città, mentre alle 11.30 verrà tagliato il nastro, come di consueto, in piazza Duomo, cuore pulsante della Mostra. Dalle 15.00 alle 19.30 primo appuntamento con l’Officina del Tartufo con interventi della presidente Brancadoro e l’esibizione delle due chef Raffaella Cecchelli e Shamira Gatta.

Domenica 14 novembre, alle 10.00, si comincia con un importante incontro dal titolo “Le donne e le nuove frontiere della scienza” al quale interverranno Sabina Nuti rettrice della Scuola  Superiore Sant’Anna di Pisa e Manuela Roncella direttrice del centro senologico dell’Aoup e membro del Consiglio Superiore di Sanità. Entrambe saranno insignite dell’onorificenza di “Ambasciatrici del tartufo nel mondo”.

Spazio anche per la cultura: alle 17.30 nella Sala del consiglio comunale verrà assegnato il primo premio “San Miniato Città della Cultura e del Buon Vivere” al vescovo di San Miniato monsignor Andrea Migliavacca, al presidente della Fondazione CRSM Antonio Guicciardini Salini e al direttore generale di Crédit Agricole Massimo Cerbai. Un premio speciale alla memoria sarà destinato anche a Dino Arzilli, chef del Ristorante Genovini.

Sabato 20 novembre, alle 10.00, a Palazzo Grifoni, verrà discusso il ruolo della “Farmacia quale presidio sanitario di prossimità”. Alle 15.00 la Filarmonica Del Bravo sfilerà per le vie cittadine, mentre dalle 15.00, all’Officina del tartufo di scena il talk show con Vieri Boncinelli sul tema “Cibo ed Eros”, mentre dalle 16.00 cooking show a quattro mani a cura dell’associazione Cuochi pisani. A seguire due presentazioni di libri alla Biblioteca comunale “Luzi”: alle 17.00 Walter Mangini presenta “La terapia celata” e alle 18.00 Chiara Gozzini presenta “I supereroi sono ta noi”.

Alle 9.30 di domenica 21 novembre, ancora a Palazzo Grifoni, le associazioni Frida, Fidapa e Soropthimist insieme all’assessore alle pari opportunità Elisa Montanelli discuteranno dell’essere donna oggi, tra difficoltà e conquiste. Alle 12.00, ancora a Palazzo Grifoni, la dottoressa Cristiana Cella verrà intervistata dalla giornalista Francesca Pinochi sul tema della “Resistenza delle donne in Afghanistan”.  All’Officina del tartufo alle ore 15.00 talk show con Ilario Luperini sul tema “Il cibo nell’arte” e, a seguire, cooking show con la chef Maria Luisa Rovari che, alle 17.30, riceverà il Premio Renato Tozzi, al quale interverranno il sindaco Simone Giglioli, il presidente della Fondazione San Miniato Promozione Marzio Gabbanini e un familiare di Renato Tozzi.

Sabato 27 novembre, all’interno dell’Officina del tartufo, alle 11.30 verrà presentato il libro di Roberto Ippolito, dal titolo “Delitto Neruda” e nel pomeriggio cooking show a cura dell’associazione Cuochi pisani. Alle 17.30 a Palazzo Grifoni incontro sul tema “Le donne e la cybersecurity, l’innovazione tecnologica pensata dalle donne” dove interverranno Antonio Mazzeo, presidente del Consiglio regionale della Toscana, Rita Forsi, già direttrice dell’Istituto Superiore delle Comunicazioni e delle Tecnologie dell’Informazione. Domenica 28 novembre, alle 10.00, all’Officina del tartufo l’ingegnere Virginia Mamone parlerà dei “Dispositivi di realtà aumentata in supporto alla chirurgia” e, dalle 15.00, cooking show con il tartufo bianco e il vino di San Miniato. A conclusione della kermesse, alle 18.00, ci saranno le consuete premiazioni per i tartufi più grandi (e non solo).

In ognuno dei sei giorni chef stellati ospiteranno cooking show e per l’ingresso sarà obbligatorio esibire il green pass, così come per le conferenze e l’accesso ai ristoranti. Tutte le ricette preparate interpreteranno il tartufo bianco di San Miniato e saranno servite accompagnate da un calice di vino dell’associazione Vignaioli Sanminiatesi.


Il programma completo lo trovate da questa parte

tartufo san miniato programma2021BR

Per ulteriori info:

Fondazione San Miniato Promozione
Piazza del Popolo, 1, 56028 San Miniato PI
ufficio.turismo@sanminiatopromozione.it
Tel. 0571 42745
www.sanminiatopromozione.it



Tutte le notizie di San Miniato

<< Indietro

torna a inizio pagina