Inizia il terzo anno di "Tutto Merito Mio", borse di studio per 104 nuovi talenti

Il percorso, promosso da Fondazione CR Firenze e Intesa Sanpaolo, accompagna studenti meritevoli da famiglie svantaggiate fino alla laurea. Stamani ospite il cantante Lodo Guenzi


Prende avvio, con una cerimonia al Teatro della Pergola, il terzo anno di #TuttoMeritoMio, il programma promosso da Fondazione CR Firenze e da Intesa Sanpaolo che vede l’ingresso di 104 nuovi talenti, neodiplomati fra 17 e 19 anni, che vanno ad aggiungersi ai 301 giovani reclutati nelle due edizioni precedenti. All’iniziativa erano presenti Luigi Salvadori e Gabriele Gori, Presidente e Direttore Generale di Fondazione CR Firenze, in collegamento Alberto Prestopino, Direttore Commerciale Exclusive Toscana e Umbria di Intesa Sanpaolo, Ersilia Menesini, Prorettrice alla Didattica, all'orientamento e ai servizi agli studenti, Roberto Curtolo, Dirigente Ufficio Scolastico Regionale Toscana, e Renaud Dehousse Presidente Istituto Universitario Europeo. Ha partecipato inoltre come ospite Lodo Guenzi, cantante de Lo Stato Sociale. A moderare il giornalista Giacomo Guerrini.

Hanno partecipato alla cerimonia i giovani delle tre edizioni, con indosso una felpa verde, che Fondazione CR Firenze e da Intesa Sanpaolo accompagnano fino alla laurea con borse di studio e un percorso di mentoring e tutoring, partner di progetto Fondazione Golinelli, in collaborazione con l’Università di Firenze e l’Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana. Si tratta di ragazzi meritevoli, appartenenti a famiglie economicamente svantaggiate, che altrimenti non avrebbero potuto continuare gli studi. Uno dei requisiti per accedere al programma era quello di avere una media di voti fra 7 e 8, e l’unico impegno per rimanervi è quello di confermare ogni anno ottimi risultati. Gli studenti che hanno iniziato il 3° anno all’università, infatti, hanno superato in media più di 13 esami a testa con una votazione media pari a 27,13. Mentre gli studenti che hanno concluso il 5° anno di S.S. hanno conseguito il diploma con una votazione media superiore al 97 (56 ragazzi con 100 o 100&lode). Durante il percorso di #TuttoMeritoMio i giovani sono affiancati da un team di tutor che gli affiancano e indirizzano. Molte le opportunità formative dai laboratori sulle STEM fino a quelli sul linguaggio giornalistico oltre a numerosi incontri con esperti del mondo dell’impresa tra cui i webinar, molto apprezzati, organizzati da Intesa Sanpaolo. Più di 350 colloqui individuali per definire i piani formativi individuali e oltre 344 incontri per l’orientamento alla scelta universitaria.

"Mi emoziona molto potervi incontrare in questo teatro – afferma Luigi Salvadori, Presidente di Fondazione CR Firenze – ho già avuto modo di conoscere alcuni di voi e sono lieto di dare il benvenuto all’interno del programma ai nuovi selezionati. Siete qui oggi perché abbiamo creduto in voi e nel vostro potenziale. Questo programma è in grado di cambiare il destino, sappiate sfruttare al meglio tutte le opportunità che vi vengono messe a disposizione. Fatelo per voi stessi, per le vostre famiglie ma fatelo anche per noi. La Fondazione, insieme a Intesa Sanpaolo, continuerà ad affiancarvi nella vostra crescita, voi non dimenticate mai che il futuro del nostro territorio è anche nelle vostre mani".

"I giovani sono il nostro futuro, abbiamo la responsabilità di aiutarli a realizzare i loro percorsi di crescita, se vogliamo davvero costruire insieme un progresso sostenibile - commenta Alberto Prestopino, Direttore Commerciale Exclusive Toscana e Umbria Intesa Sanpaolo -. Di questo il nostro Gruppo bancario è assolutamente convinto, tanto da mettere in campo tutte le strategie possibili per sostenere e accompagnare numerosi progetti di sviluppo delle opportunità, soprattutto per i giovani. Dare avvio al terzo anno di #Tuttomeritomio, che Fondazione CR Firenze ha fortemente voluto e promosso, ci rende orgogliosi e partecipi perché abbiamo visto in questi due anni tanti giovani meritevoli accompagnati in un percorso di crescita e di costruzione del proprio futuro".

L’attore Stefano Accorsi, che ha partecipato ad altre iniziative del programma, ha mandato ai giovani un video: "Quest’anno voglio invitarvi a cercare un progetto – ha detto l’attore – perché avendo un progetto tutte le cose che farete nella vostra vita avranno un’importanza. Se poi vi accorgerete che non è il progetto giusto, non prendete questo come uno sbaglio ma come parte del vostro successo. Cercate il vostro progetto per voi ma anche per noi, perché il mondo ha bisogno dei vostri progetti".

Fonte: Fondazione CR Firenze - Ufficio stampa



Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro

torna a inizio pagina