Premio Innovazione Toscana: i vincitori a Palazzo del Pegaso

Oggi è stata una giornata dedicata alle eccellenze imprenditoriali della regione Toscana, con la consegna, in Consiglio regionale, dei riconoscimenti ai vincitori del Premio Innovazione Toscana 2021, promosso insieme a Confindustria Toscana e organizzato dal DIH Toscana.

Il premio, 15mila euro al primo classificato e 5mila al secondo, ha l’obiettivo di sostenere e valorizzare progetti ed esperienze imprenditoriali di successo che, nel corso degli ultimi 24 mesi, si siano adoperati per il rafforzamento delle radici e delle filiere locali e si siano distinti per aver contribuito allo sviluppo del territorio toscano attraverso una crescita quantitativa e qualitativa delle proprie attività e una forte attenzione all’occupazione, soprattutto giovanile, e ai percorsi di transizione in chiave digitale e di sostenibilità ambientale.

Otto i progetti premiati e finanziati in quattro sezioni “per le start up innovative”, “ricerca, sviluppo e innovazione digitale”, “brevetti” e “sezione speciale 2021 sostenibilità ambientale”. Ma è stato assegnato anche un premio speciale “Giovani” e sono stati menzionati con una targa i terzi classificati.

Un premio che è motivo di orgoglio per il presidente dell’Assemblea legislativa Antonio Mazzeo: “La Toscana è terra di grande tradizione, di storia, di bellezza, ma anche la terra dell’ingegno e noi, nel 2017, quando proposi al Consiglio regionale di istituire questo premio, volevamo mandare questo messaggio. Un messaggio di speranza ai tanti talenti che ogni giorno operano nelle nostre università, nelle nostre aziende, il segno di vicinanza da parte della Regione. Sappiamo che non è il premio economico ad avere maggiore significato, ma è la strada da perseguire: sentire le istituzioni vicine e attente alle istanze che arrivano da chi fa ricerca e cerca di costruire un mondo migliore”.

“Sono contento - ha concluso Antonio Mazzeo - che i temi trattati, dalla transizione digitale a quella ambientale, siano al centro anche di questo lavoro, perché la Toscana che vogliamo costruire nel futuro è una terra che parte dalla sua bellezza e dalla sua storia, dalla qualità delle sue imprese, ma vuole costruire una strada nuova per anticipare il progresso. Perché o la politica ha la capacità di anticipare il progresso, di segnarne la strada, o rischia di subirlo”. “Per l’edizione di quest’anno – ha concluso Mazzeo – voglio ringraziare Confindustria, Digital Innovation Hub, Sviluppo Toscana, e soprattutto Silvia Ramondetta che è veramente il cuore di questa iniziativa. Solo anticipando il progresso, solo sostenendo chi fa innovazione e ricerca, possiamo guardare con più speranza al futuro”.

“E’ un dovere del Consiglio regionale investire sulle aziende migliori e premiarle, perché il futuro deve essere un’attitudine costante del nostro modo di pensare e di vivere fino al punto di renderlo il nostro presente. Queste aziende hanno l’opportunità di stare in un mercato sempre più competitivo, quindi è dovere delle istituzioni stare al loro fianco. Sono imprese che investono e, soprattutto, dove ci sono idee nuove e dove c’è un’opportunità di migliorare la condizione di vita dei loro lavoratori e dei cittadini e di produrre ricchezza nella nostra società. La Toscana ha il dovere di andare incontro a queste aziende che producono ricchezza e fanno innovazione”. Questo quanto dichiarato dal vicepresidente del Consiglio regionale Stefano Scaramelli.

“La premiazione di oggi è un segnale di grande speranza” ha spiegato Federica Fratoni segretario dell’Ufficio di presidenza del Consiglio regionale “tante sono state le adesioni ed è bellissimo potere riscontrare quanto le nostre imprese toscane sappiano mettersi in gioco in un momento così difficile, dove peraltro il rincaro dell’energia e delle materie prime, rendono così difficile lavorare. L’essere imprenditore è proprio questo, immaginare il proprio futuro e sapere intercettare anche quel carattere di innovazione che deve contraddistinguere le proprie produzioni. Aver potuto, come Ufficio di presidenza del Consiglio regionale, sostenere queste iniziative e premiarle e valorizzarle è un segnale di fiducia e un momento molto importante per tutti noi in una fase dove dobbiamo combattere la pandemia, ma vogliamo anche immaginare il futuro che ci aspetta”.

A riassumere i numeri di questa edizione la presidente del comitato promotore dei premi Silvia Ramondetta: “Il risultato è davvero importante, perché i dati sono stati davvero rilevanti. Abbiamo avuto 53 candidature raccolte, molte di elevatissima qualità e molte che sono arrivate dalle start up innovative. Abbiamo avuto due poli di concentrazione delle domande tra Firenze e Pisa, ma abbiamo avuto soprattutto una partecipazione entusiasmante da parte di imprese giovanili e imprese femminili. Altro elemento sicuramente interessante è che al di là della categoria del premio, le tematiche prevalenti sono state quelle che ci proiettano nel futuro. La salute, la sicurezza sui posti di lavoro e la sostenibilità sono state centrali in tutti i progetti finanziati e anche presentati. Un ottimo risultato che ci dà speranza in un momento sicuramente delicato di recrudescenza dei contagi, per andare avanti e dire che l’innovazione va protetta, sostenuta e premiata come facciamo noi con questa iniziativa”

Hanno partecipato alla premiazione anche il presidente di Confindustria Toscana Maurizio Bigazzi, Orazio Figura amministratore unico di Sviluppo Toscana e i membri della commissione giudicante.

I PREMIATI

Premio start up innovative Primo premio Bluebiloba srl per il progetto Forest Sharing

E’ una piattaforma per la gestione forestale condivisa e innovativa dedicata ai proprietari forestali privati che prevede la creazione di un marketplace attraverso il quale i tecnici e consulenti potranno gestirsi secondo gli standard PEFC Programme for Endorsement of Forest Certification schemes costituendo una rete dove sarà facilitato e organizzato l’incontro tra proprietari e operatori economici che compongono la filiera, creando le economie di scala necessarie affinché il “prodotto forestale” diventi economicamente conveniente da gestire attraverso le diverse attività possibili quali vendita di legname e/o altri prodotti forestali, realizzazione di aree ricreative/parchi avventura/percorsi tematici, gestione di Piani di Sviluppo Rurale, gestione e valorizzazione del credito eco sistemico Secondo premio Coaimed srl per il progetto WEARnCARE

Ambisce allo sviluppo di strumenti biomedicali innovativi che supportino soggetti affetti da malattie neurodegenerative durante il processo patologico. WEARnCARE si propone come strumento di accompagnamento dei pazienti e caregiver attraverso le diverse fasi del loro percorso di diagnosi e cura

Premio ricerca sviluppo e innovazione digitale Primo premio IngeniArs srl per il progetto SatNavE@syCare

E’ un progetto sviluppato in collaborazione con l’Agenzia Spaziale Europea (ESA) per rispondere all’emergenza sanitaria COVID-19. Si propone di integrare le tecnologie satellitari GNSS (Global Navigation Satellite System) in E@syCare, l’innovativo sistema di telemedicina sviluppato da IngeniArs per l’acquisizione autonoma di parametri vitali e monitoraggio remoto di pazienti, certificato come dispositivo medico in classe I secondo la direttiva 93/42/CEE

Secondo premio Jonix spa per il progetto AIRTISTA

Jonix ha realizzato un nuovo sistema per sanificare automaticamente gli ambienti indoor e le relative superfici esposte, ottimizzando l’azione di dispositivi sanificanti in funzione della presenza e del comportamento delle persone. Ha sviluppato anche un sistema innovativo che valuta, automaticamente ed in tempo reale, i rischi di contaminazione e che agisce senza necessità di intervento umano attivando il trattamento aria dell’ambiente con sistemi NTP

Premio brevetti Primo premio Licord spa per il progetto LiCord (Linear ControlledRocking Device)

E’ un dispositivo per il consolidamento e la protezione sismica di edifici in muratura, inglobato all’interno di una piccola cavità muraria (30 cm di diametro e 30 cm di profondità circa), all’estremità di catene nuove o esistenti

Secondo premio Systematic Innovation & Design srl per il progetto HTA Hybrid Traction Assistance

E’ un ausilio elettrico alla trazione animale in veicoli e in macchine ad esempio per lavorazione agricola, atto a fornire assistenza mediante l’integrazione della trazione con dispositivo costituito da due motori elettrici regolati attraverso l’impiego di opportuni sensori così da mantenere il carico di trazione costantemente sotto una soglia di sforzo

Premio sostenibilità ambientale Primo premio a SienaBioActive srl per il progetto SienabioACTIVE Bioeconomy Spin Off

Il progetto si basa su un approccio combinato ed integrato di diverse tecnologie complementari, già mature presso i singoli partner sia industriali che accademici, volto ad utilizzare scarti/rifiuti primari da produzioni agricole/forestali/alimentari/marine per ottenere prodotti secondari e terziari ad alto valore aggiunto quali prodotti bioattivi (con generazione di un prototipo di estrattore automatizzato da materiale grezzo) da utilizzare nella biocosmesi (con generazione di prototipi di crema), in ambito nutraceutico e bionutraceutico, e potenziali integratori per la prevenzione di patologie e nuovi farmaci (in particolare per malattie del sistema osteoarticolare, osteoporosi, osteoartrosi, malattie infiammatorie, chemoterapici oncologici e nuovi antibiotici) nonché bio[1]fitostimolanti per applicazioni nel campo dell’agricoltura biologica ed eco-sostenibile

Secondo premio a Aroundrs srl per il progetto Aroundrs - zero waste lifestyle

La missione è quella di incoraggiare e ispirare uno stile di vita circolare per ridurre l’utilizzo dell’imballaggio usa e getta e il food waste nei servizi di ristorazione eliminando lo spreco nel settore del packaging. L’applicazione è realizzata utilizzando la tecnologia React Native, che ottimizza costi e tempistiche

Premio speciale giovani a Lottozero soc. cop. soc. Per il progetto Circular Wool

Il progetto prevede la trasformazione della lana rustica italiana, proveniente da pecore da carne o da latte, che non è considerata interessante nell'industria tessile, in un materiale per prodotti industriali e commercialmente desiderabili, aggiungendo valore attraverso un design ad alto impatto, creatività e processi automatizzati di alta qualità

Menzioni speciali per i terzi classificati

Nella categoria ricerca a Cromology spa, con il progetto SANI - TECH, nella categoria brevetti il riconoscimento è andato alla Meccanica 42 srl per il progetto ‘sistema frenante di tipo brake by wire per veicoli’ e infine nella sezione speciale Giovani il premio è andato alla società G-move per l’omonimo progetto.

Fonte: Regione Toscana - Ufficio Stampa


<< Indietro

torna a inizio pagina